Excite

Crisi Grecia, Draghi: "Atene si sbrighi, l'Euro non si tocca"

  • Web

Il governatore della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, è intervenuto nel corso dei lavori del Fondo Monetario Internazionale, parlando, fra l'altro, della crisi greca.

Draghi ha dichiarato che una eventuale uscita di Atene dall'Eurozona, attualmente spaventa meno rispetto al passato. "Perché ora siamo più equipaggiati rispetto al 2010 ed al 2012".

Draghi contestato, il video

Il numero uno della Bce ha sottolineato come faccia il tifo per la Grecia, ma che il suo successo dipende esclusivamente dalle decisioni del governo di Atene. "Alcune manovre sono state compiute, ma tanto resta da fare. E' necessario che certi interventi vengano fatti con urgenza". Ed ecco allora gli 'ingrendienti' consigliati per la ricetta che consentirebbe alla Grecia di uscire dalla crisi: crescita, equità, sostenibilità fiscale e sostenibilità finanziaria.

In ogni caso, per Draghi resta sconveniente parlare di uscita della Grecia dall'Euro. "puntare contro la moneta unica non ha senso, ma se volete continuate pure a farlo...".

.

USCITA DAL TUNNEL - In generale, Draghi è ottimista sul futuro dell'economia dell'Eurozona. La ripresa si sta rafforzando ed alcuni indicatori, come i consumi domestici, ci fanno capire che la situazione è in miglioramento.

Outlook positivo nel breve termine, insomma. "Le previsioni per i periodi prossimi sono le più brillanti da qualche anno a questa parte". Draghi può sfoggiare una faccia più distesa rispetto a quella mostrata al momento della contestazione di qualche giorno fa.

Attenzione però, perché, avverte Draghi, senza sostenibilità di lancio e riforme strutturali, la crisi potrebbe precipitare ed a questo punto i danni potrebbero essere gravissimi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017