Excite

Crozza a Ballarò imita Formigoni e attacca Monti: "Il cane della Bignardi? Il suo momento migliore"

  • Youtube

di Claudia Gagliardi

Nuova copertina per Maurizio Crozza in apertura della puntata di Ballarò del 22 ottobre 2013: dalle tensioni interne al Pdl alla disgregazione di Scelta civica, dalla manovra finanziaria del governo Letta al Congresso del Pd, come sempre il comico restituisce il racconto di una settimana di politica racchiusa in un'irriverente cartolina satirica. Stavolta tirando fuori dal cilindro una delle sue storiche parodie, quella di Roberto Formigoni.

I partiti lacerati dai veleni interni e dalle divisioni sulla politica del governo sono in piena fibrillazione: "Si stanno sbriciolando anche Scelta Civica ed il Pdl: 24 del Pdl si sono schierati contro Berlusconi a favore di Quagliarello. Ma dove vogliono andare? Negli ultimi 20 anni chi si è opposto al capo, ha sempre fatto la fine delle zanzare nella luce viola delle pizzerie...". Impossibile, secondo Crozza, sperare di fare una destra senza Berlusconi: "Hai più chance se organizzi la sagra della porchetta a Teheran". Ma a colpire l'attenzione del comico è il fatto che tra i cosiddetti "innovatori" del Pdl ci sia il senatore Giovanardi: "Come fai ad innovare con Giovanard... è come dire che Milva è una cantante hip hop. Che novità può introdurre Giovanardi? Il burqa? Il cilicio? Con Giovanardi innovatore finisce che ci ritroviamo l’auto ibrida a carbone". E poi c'è l'ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni, che candidamente spiega: "Alcuni pensano che noi innovatori lo facciamo perchè se cade il governo perdiamo la poltrona. E invece è proprio così".

Intanto Mario Monti si è dimesso da Scelta Civica in rotta di collisione con Mauro e Casini. Proprio il leader dell'Udc ha definito l'ex premier "rissoso": "Monti è rissoso, sì... e magari Cuperlo ha carisma!" ha commentato Crozza rivolgendosi al candidato alla segreteria del Pd ospite di Giovanni Floris. Il Professore, dal canto suo, si è sfogato dando la colpa alla povera Daria Bignardi, colpevole di aver minato la sua credibilità con l'intervista in cui gli ha affidato il cagnolino Empy. A riabilitare il cucciolo ci pensa Crozza: "Monti ha detto che la colpa di tutto è del cane della Bignardi. Ma che cazzo dici, sei tu che hai sbagliato tutto: hai detto non ti saresti candidato, poi l’hai fatto e ti sei scelto dei mostri come alleati e hai preso una tranvata! Il cane sarà ricordato come momento più fulgido della tua carriera". Poi l'amara conclusione: "I cani portano sfortuna ai Premier: ora anche Letta, col cane Lupi non sta girando tanto bene".

Il "povero Letta" intanto è alle prese con la legge di Stabilità: "Non lo capisce più nessuno: ha detto che la cosa dei 14 euro è una bufala mediatica. Vuoi vedere che non ci sono neanche i 14 euro?" si è chiesto Crozza. E ad Angeletti ha fatto notare che lo sciopero di 4 ore indetto dai sindacati non ha senso, perchè "in Italia 4 ore è come una pausa caffè". Intanto il Pd è in pieno Congresso: Crozza ricorda i titoli delle mozioni dei quattro candidati, tra cui c'è quella di Civati con lo slogan "Le cose cambiano cambiandole". E a questo proposito, ricordando la querelle di Maradona col fisco e il gestaccio a Che tempo che fa, Crozza ha chiosato: "Maradona da Fazio fa il gesto dell’ombrello e tutti se la sono presa. Ma quando Denis Verdini dichiara alla Gabanelli di aver preso 800mila euro in nero, perchè nessuno dice niente? Le cose cambiano cambiandole, ma le palle girano girandole!".

Maurizio Crozza a Ballarò imita Formigoni e attacca Monti: il video

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017