Excite

Daniele Bosio, l'ambasciatore italiano accusato di traffico di minori, è in carcere. Avrebbe fatto la doccia nudo con dei bambini

  • Excite Italia

di Simone Rausi

Accuse gravi e infamanti pendono sulla testa di Daniele Bosio, ambasciatore dell’Italia in Turkmenistan. Il diplomatico 46enne sarebbe stato accusato da una Ong locale di aver fatto la doccia nudo con altri bambini. Il reato che gli sarebbe valso la recente convalida del fermo disposta ieri sera dalle autorità filippine è traffico di minori. Oggi l’ambasciatore è stato sospeso dal servizio in ottemperanza alle disposizioni di legge. Lo ha comunicato in una nota la Farnesina.

Incidente diplomatico tra Stati Uniti e Messico a causa di uno spot

Secondo Lily Flordelis e Catherine Scerri, le attiviste della ong filippina Bahay Tuluyan Foundation che hanno denunciato il diplomatico, ci sarebbero delle evidenti prove di abusi o tentati abusi sui minori. Le due donne si sarebbero insospettite dopo aver visto l’uomo, un occidentale di mezza età, con alcuni bambini filippini al seguito. Il gruppo si trovava in un resort e il nucleo familiare era apparso alle due da subito insolito.

Flordelis e Scerri allora, dopo aver denunciato l’uomo all’amministrazione del resort sollecitando una chiamata alle forze dell’ordine, hanno cercato un contatto con Bosio. "Cosa le fa pensare che può venire nelle Filippine, raccogliere bambini per strada senza dirlo ai genitori e portarli in un resort?" avrebbero chiesto. L’ambasciatore avrebbe spiegato di aver comprato cibo e medicine per i bambini ma questi ultimi, interpellati dalle due attiviste, avrebbero dichiarato di aver ricevuto dei soldi per seguirlo. I bambini sarebbero stati portati nell’appartamento di Bosio dove avrebbero fatto la doccia con lui. Poi, secondo le attiviste, ci sarebbero quei bagni in piscina, al resort, in cui il diplomatico “toccava un po’troppo”.

Subito dopo la disposizione del fermo da parte delle autorità filippine, il Ministero degli Esteri, vista anche la encomiabile carriera del diplomatico anche in alcune ong che tutelano minori, si era mosso con cautela dichiarando di sperare in una risoluzione rapida. Poi, dopo la convalida del fermo e gli ultimi sviluppi, è passato alla sospensione. Raggiunto dal Corriere della Sera Bosio avrebbe detto di non essere un pedofilo e di aver portato i bambini alle giostre. Secondo il filippino The Inquirer, Bosio, al momento del fermo, era in compagnia di 3 bambini dai 9 ai 12 anni. Ora rischia fino a 20 anni di carcere e una multa di oltre 16mila euro. Al momento Bosio è nel carcere di Binyan, a sud di Manila.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017