Excite

Davide Boni rassegna le dimissioni da Presidente del Consiglio regionale

  • Infophoto

Davide Boni ha rassegnato le dimissioni da Presdiente del Consiglio Regionale lombardo a oltre un mese dall'avvio delle indagini a suo carico per corruzione in merito a un giro di tangenti di oltre un milione di euro.

SCOPRI TUTTO SULLO SCANDALO CORRUZIONE IN REGIONE LOMBARDIA

E' lo stesso Boni ad annunciarlo in Regione: "In funzione di quanto ha fatto il mio Segretario federale, Umberto Bossi, che ha fatto un passo indietro per agevolare una serena condizione politica per il movimento, faccio anch'io un passo indietro, precisando che nessuno me l'ha mai chiesto, in totale autonomia, quindi, ed in assenza di qualsivoglia nuovo elemento riguardante le indagini che mi hanno mio malgrado coinvolto".

SEGUI PASSO PASSO TUTTA LA DEBACLE LEGHISTA

Poi alcune precisazioni: "Il triumvirato, sia in precedenza, sia in occasione della riunione con i Consiglieri regionali, durante la quale sono state discusse le dimissioni di Monica Rizzi, non ha mai chiesto le mie dimissioni, rinnovandomi la fiducia" [...] "Fin da subito la Segreteria politica federale, alla quale ho dato le mie spiegazioni, mi ha concesso fiducia incondizionata, confermandola nel tempo" [...] "Dopo 22 anni di militanza - ha concluso Boni- non posso e non voglio però fare altro, ancora una volta, che seguire l'esempio del mio Segretario federale, Umberto Bossi, al quale già rimisi il mandato un mese fa"

Con le dimissioni annunciate da Davide Boni, sale a tre il numero degli esponenti della Lega che hanno lasciato nell'ultima settimana il Pirellone. Prima è toccato a Renzo Bossi, ieri a Monica Rizzi, che aveva curato la candidatura di Bossi Jr a Brescia nel 2010, dimessasi da assessore allo Sport della Giunta Formigoni su pressione del movimento e oggi al Presidente.

"ORA LARGO AI GIOVANI"
Roberto Maroni ha apprezzato le dimissioni di Davide Boni e ora assicura che il suo posto sarà preso da un giovane. Maroni ha saputo del passo indietro di Boni mentre era in onda all'emittente bergamasca Radio Pianeta. "È un gesto apprezzabile" ha detto, spiegando che il sostituto di Boni, che è indagato per corruzione, sarà scelto in una riunione. "Voglio che in Regione Lombardia si affermi il nostro nuovo principio: largo ai giovani - ha detto - Ne abbiamo tanti, sceglieremo un giovane che vada a presiedere il Consiglio regionale". È quindi ufficialmente partito il toto-nomine.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016