Excite

Debora Billi (M5S), tweet contro Napolitano: "Morto Giorgio, quello sbagliato". Poi le scuse

  • Twitter @Debora Billi

Tra la miriade di tweet e post che hanno affolato i social network nel giorno della scomparsa di Giorgio Faletti, si è distinto quello decisamente fuori luogo di Debora Billi, che ha approfittato della morte dello scrittore per una battuta sul Presidente della Repubblica.

Da Giorgio Faletti a Giorgio Napolitano, questa l'associazione di idee dalla responsabile web del Movimento 5 Stelle a Montecitorio, che se n'è uscita con la frase: "Se ne è andato Giorgio. Quello sbagliato. #faletti".

Il riferimento per nulla velato al Capo dello Stato ha scatenato le reazioni della rete: il tweet ha cominciato a rimbalzare sui social di profilo in profilo e in tanti, anche tra gli attivisti del Movimento 5 Stelle, hanno deprecato le parole della Billi. Che il rapporto tra i grillini e Giorgio Napolitano sia controverso è cosa nota, che lo stesso Presidente si scagli spesso contro i "pericolosi populismi" che intravede nel Movimento 5 Stelle pure. L'ultimo attacco dall'universo 5 Stelle era arrivato dal palco di Piazza San Giovanni a Roma alla vigilia delle Europee, quando il cantante Fabrizio Moro aveva modificato i versi di un suo brano per cantare: "Io schifo Napolitano, non il politico, ma l’essere umano". Ma la Billi l'ha fatta decisamente fuori dal vaso.

Movimento 5 Stelle a piazza San Giovanni, Fabrizio Moro: "Schifo Napolitano"

Il tweet è stato pubblicato nella serata di venerdì 4 luglio: in mattinata era arrivata la notizia della morte di Giorgio Faletti, stroncato da un tumore che aveva cercato invano di curare anche recandosi negli Stati Uniti. Poche ore e il tweet scatena un piccolo caso in rete: c'è chi critica l'attacco oltraggioso al Capo dello Stato, chi sottolinea che sarà l'ennesima uscita infelice destinata a ritorcersi contro il Movimento 5 Stelle.

In un primo momento la Billi ha ironizzato sulle critiche ricevute ("Così imparo a rubare le battute..."), poi ha rilanciato gli insulti che le sono arrivati via Twitter. Infine, dopo qualche ora, è costretta a scusarsi.

La giornalista e blogger che si occupa della comunicazione online a Montecitorio per il gruppo 5 Stelle, "estremista e mamma" come si definisce sul suo profilo Twitter, ha risposto agli attacchi via Facebook con le scuse per la frase contro Napolitano. Il post è stato rilanciato via Twitter col titolo "Le mie scuse al Presidente e al #M5S".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017