Excite

Delitto e castigo all'italiana: quanti giorni di galera per un omicidio?

A leggere i numeri sulla permanenza media in carcere presentati da Ettore Ferrara (capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria) alla Commissione affari costituzionali della Camera viene voglia di darsi al crimine, perchè si ha la prova provata di quanto in Italia si dice da sempre, ogni volta che il circo mediatico sbatte di fronte agli attoniti occhi dei cittadini un delitto particolarmente efferato: "tanto in pochi mesi saranno fuori, se mai ci entreranno proprio in carcere".

Ecco, leggendo quei numeri si scopre tristemente che è proprio così: 13 giorni appena per immigrazione clandestina, meno di un anno per furto, meno di due anni per rapina a mano armata, tre anni e mezzo per traffico di droga, poco più di due anni per violenza sessuale, tre anni per mafia, otto anni per assassinio o sequestro di persona. Questi naturalmente i numeri medi, che sommano il periodo medio trascorso in custodia cautelare con quello medio in esecuzione pena. Da notare che le statistiche sono state compilate senza tener conto dei dati relativi all'indulto, quindi fotografano la situazione "reale".

Inoltre sempre dal rapporto emerge come il bilancio carcerazioni/scarcerazioni stia creando una situazione potenzialmente esplosiva, dato che nell'arco di 12 mesi a fronte di circa 88.000 incarcerati sono stati incarcerate circa 90.000 persone, con un saldo positivo di 2.000 unità all'anno. Il flusso è quindi molto rapido (raramente in media si superano i 90/120 giorni di permanenza in carcere) ed in aumento: il che porta a carceri ingestibili e ad una percezione di insicurezza e di ingiustizia diffusa nella popolazione. Oltre a riempirsi la bocca di slogan come "città più sicure subito", gli onorevoli che hanno ascoltato il rapporto farebbero bene a mettere mano ad una riforma della giustizia seria, che introduca finalmente in Italia il concetto di "certezza della pena".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016