Excite

Dell'Utri scherza su Borsellino: "Siamo stati io e Berlusconi"

Marcello Dell'Utri, imputato di concorso esterno in associazione mafiosa dopo il rinvio della Cassazione che ha annullato la precedente condanna a 7 anni e proprio in questi giorni al centro di una nuova vicenda giudiziaria, con l'accusa di avere 'estorto' 40 milioni di euro - oltre a 7 miliardi di vecchie lire in titoli - al suo 'amico' Silvio Berlusconi (leggi la notizia) per tacere su presunti contatti del Cavaliere con Cosa Nostra, a ridosso del ventennale della morte di Paolo Borsellino trova il coraggio di ironizzare sull'attentato che costò la vita al giudice e a 5 agenti della sua scorta. All'ingresso del Tribunale i giornalisti gli chiedono un commento su "questi giorni di memoria" e Dell'Utri, dopo avere affermato di essere "emozionato" e aver definito "allucinante" il fatto di non conoscere ancora i mandanti, non trova niente di meglio per concludere che dire ironicamente: "Siamo stati io e Berlusconi".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016