Excite

Dichiarazione dei redditi altrui consultabile online

Da oggi chiunque potrà sbirciare le dichiarazioni dei redditi di tutti, dall'amico, ai vicini di casa, fino al vip più invidiato. L'Agenzia delle Entrate ha infatti messo sul suo sito le dichiarazioni dei redditi 2005 di ogni contribuente italiano.

Consulta lo "speciale tasse" di Excite

Leggi le reazioni di Beppe Grillo e della blogosfera

Aggiornamento: dopo la rimozione dei link presenti sul sito e necessari per accedere ai dati fiscali dei contribuenti, stop alla diffusione su internet dei dati delle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti a cura dell'Agenzia delle Entrate. Lo ha deciso il Garante per la protezione dei dati personali nella riunione odierna rilevando anche che "per tale forma di diffusione sussistono allo stato evidenti e rilevanti problemi di conformità con il quadro normativo in materia". L'Autorità ha invitato, altresì, i "mezzi di informazione a non divulgare i dati estratti dagli elenchi resi disponibili in Internet dall'Agenzia con le predette modalità".

"Grazie al passato Governo di centrosinistra sul sito dell'Agenzia delle Entrate è possibile vedere tutti i redditi di tutti i cittadini del Lazio con le relative tasse pagate. Basta andare all'indirizzo appositamente creato". Lo annuncia Diego Righini, portavoce del Popolo della Vita corrente dei Valori del Pdl.

"Ciò è la dimostrazione palese che la libertà dal regime di sinistra è stato il vero motivo che ha spinto i cittadini italiani e poi di Roma a votare Berlusconi ed Alemanno", sottolinea Righini spiegando che "gli esperti webmaster del partito fanno verifiche continue sui siti istituzionali e stamattina abbiamo avuto questa sorpresa". "La Privacy -continua Righini- è stata violata a norma di legge. È corretto far pagare le tasse proporzionate agli evasori ma non si può tollerare un clima di intimidazione e persecuzione che soffoca i cittadini contribuenti. I lavoratori autonomi -conclude- chiudono per eccesso di burocrazia e i dipendenti pubblici portano in famiglia stipendi miseri con il 50% di valore inferiore alla crescita dei prezzi dei beni di prima necessità".

Ovvio l'istantaneo susseguirsi di polemiche in merito alla discutibile iniziativa, primo tra tutti Guido Crosetto, parlamentare di Forza Italia di lungo corso: "È una Viscata, un atto vergognoso". È un modo, spiega l'esponente del Pdl, "per vedere come guadagna il vicino, e creare contrasto fra le persone normali". È un provvedimento che "per una volta, non riguarda i politici ma crea incrinature nella società di cui certo non si sentiva il bisogno", conclude.

una cosa che non mi sorprende". Così Matteo Colaninno, esponente del Partito Democratico, commenta la decisione dell'Agenzia delle Entrate di pubblicare sul suo sito internet le dichiarazioni dei redditi 2005 dei cittadini italiani. "Sono abituato -prosegue Colaninno- visto che è da anni che vedo le dichiarazioni mie e della mia famiglia pubblicate regolarmente sui giornali. Siamo gli imprenditori più radiografati. Certo -aggiunge- le norme sulla privacy funzionano davvero molto poco ma se il fine è quello di scoraggiare l'evasione allora ben venga".

"L'iniziativa dell'Agenzia delle Entrate non è mai stata sottoposta all'attenzione del Garante della Privacy. Il collegio è convocato per il pomeriggio di oggi per esaminare la questione". Così gli uffici del Garante, interpellati a proposito della pubblicazione on line delle dichiarazioni dei redditi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016