Excite

Diego Cammarata si dimette da sindaco di Palermo

  • Infophoto

Diego Cammarata si è dimesso da Sindaco di Palermo dopo dieci anni consecutivi di mandato.

Era stato eletto per la prima volta il 25 novembre 2001 con il 56,1% dei voti e poi rieletto il 14 maggio 2007 con il 53,5% (elezioni macchiate da più di un sospetto di brogli elettorali). Sempre nelle file di Forza Italia.

Poi 3 indagini a suo carico nel 2008, 2009 e 2010, nell'ultima delle quali è stato indagato per disastro colposo, traffico di rifiuti, truffa, abuso d'ufficio, inquinamento delle acque e del sottosuolo, gestione abusiva di discarica e gestione non autorizzata di rifiuti speciali.

Alla domanda "Sindaco, perchè si è dimesso?" Cammarata ha risposto: "Mi dimetto perchè non intendo dare alibi a nessuno e rimanere abbarbicato alla poltrona per l'indennità non è un comportamento che mi appartiene (ricordiamo che Cammarata è stato il primo sindaco in Italia a non rinunciare al doppio incarico di Parlamentare e Sindaco, cumulando due indennità pubbliche ndr). [...] Sicuramente, non me ne vado perchè mi sono stancato di fare il sindaco, questa è una sciocchezza. Ma è atto di amore e responsabilità per questa città". Quindi andarsene è, secondo Cammarata, un atto d'amore per Palermo. Una risposta che, forse, ci saremmo aspettati più dagli avversari politici che non dall'ex sindaco stesso.

La rivale per antonomasia di Cammarata, Rita Borsellino, ha così commentato le dimissioni: "La parabola del centrodestra palermitano si è conclusa nel modo più vigliacco. Cammarata si è dimesso per non affrontare l'enorme buco di bilancio creato con la sua amministrazione fallimentare. Per salvare il Comune, noi palermitani saremo costretti nei prossimi mesi a pagare un conto salatissimo e a sostenere sacrifici enormi. Altro che amore per la città. Il suo è l'ultimo atto di responsabilità di chi, supportato da una classe politica di centrodestra che adesso prova a riciclarsi, ha distrutto la nave e l'abbandona mentre affonda". Metafora calzante ma, forse, tempisticamente errata viste la recentissima tragedia all'Isola del Giglio.

Diego Cammarata ha infine smentito le voci che parlavano di una poltrona a Mediaset pronta per lui: "Non ho nessuna poltrona pronta, torno a fare l'avvocato e mi occuperò della mia famiglia. Un mio approdo a mediaset è ipotesi di fantasia".

Palermo: Conferenza stampa Cammarata 16-1-2012

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016