Excite

Distrutta la tomba di Rudolf Hess, era meta di pellegrinaggio neonazista

  • LaPresse

La tomba dell'ex leader nazista Rudolf Hess, vice di Adolf Hitler, è stata distrutta e le sue spoglie sono state esumate. Il cimitero di Wunsiedel, in Baviera, dove Hess era sepolto, era diventato meta di pellegrinaggio neonazista. Ogni anno il 17 agosto, sebbene il Comune avesse vietato ogni forma di raduno, da tutta Europa centinaia di neonazisti si davano appuntamento davanti alla tomba di Hess.

Quest'anno non sarà più possibile. La chiesa anglicana, proprietaria del terreno, ha deciso di non rinnovare la concessione dell'area dove riposava l'ex leader nazista. Il sepolcro è stato distrutto e i resti di Hess sono stati esumati.

Secondo quanto reso noto dal quotidiano Süddeutsche Zeitung, in un primo momento la nipote del braccio destro di Hitler voleva fare ricorso, ma poi ha deciso di cremare i resti e disperdere le ceneri in mare. Per gli abitanti di Wunsiedel un sollievo, dal momento che la tomba di Hess ogni anno era visitata da gruppi di estremisti di destra che vedevano nell'ex leader nazista un martire.

Ma chi era Rudolf Hess? Caporale di Hitler durante la Prima Guerra Mondiale, per anni è stato al fianco del dittatore tedesco. Nei primi anni Venti è stato in prigione con Hitler e ha contribuito alla stesura del 'Mein Kampf'. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Hess è stato condannato all'ergastolo al processo di Norimberga. Si è impiccato nella prigione Spandau di Berlino il 17 agosto del 1987, all'età di 93 anni.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016