Excite

Divorzio breve diventa legge, i cattolici insorgono

  • Web

Dopo dieci anni di tira e molla il cosiddetto divorzio breve è legge. A 41 anni di distanza dal referendum, la Camera ha approvato con 398 sì, 28 no e 6 astenuti la riforma delle norme sullo scioglimento del matrimonio. Hanno votato Sì Pd, Sel, M5s, Scelta civica, Psi e Alternativa libera. A favore anche Forza italia e Area popolare, lasciando però libertà di coscienza, in considerazione delle diverse visioni all'interno dei rispettivi gruppi, libertà di coscienza per la Lega Nord.

COSA CAMBIA - Il tempo di attesa tra separazione e divorzio scende da 3 anni a 1 anno, ma se l'addio è consensuale allora i tempi sono ancora più brevi, riducendosi ad appena 6 mesi.

A Palermo il primo divorzio lampo

MATTEO RENZI - Positive le reazioni alla notizia del divorzio breve, ma non mancano le voci fuori dal coro. Renzi ha salutato il Sì della Camera con un tweet: "Il divorzio breve è legge. Un altro impegno mantenuto", concludendo con l'hashtag #lavoltabuona.

BARBARA POLLASTRINI -Esulta anche Barbara Pollastrini, ex ministro per le Pari opportunità. Per la Pollastrini si tratta di un traguardo importante "mi auguro che il divorzio breve faccia da trampolino per il raggiungimento di altri diritti civili".

DORINA BIANCHI - Sì al divorzio breve anche per Dorina Bianchi (Area popolare Ncd-Udc), ma lo Stato deve continuare a considerare la famiglia "come nucleo fondamentale della società, sostenendola".

GIORGIA MELONI - Estremamente critiche le posizioni di Giorgia Meloni (Forza Italia) e di Famiglia Cristiana. La deputata si è schierata fermamente contro "il matrimonio usa e getta". La rivista attacca in un editoriale il divorzio breve "Famiglia e figli sempre meno tutelati e vittime dell'irresponsabilità. 3 anni era un tempo ragionevole, considerato il fatto che diverse coppie, in quel lasso di tempo, ci hanno ripensato su, tornando sui propri passi".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017