Excite

Dopo i Pacs e i Dico arrivano i "DiDoRe"

Per le coppie di fatto potrebbe aprirsi un nuovo scenario. Il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, ha parlato di una sua "riflessione politico-culturale" fatta da professore e sviluppata con la collaborazione di Gianfranco Rotondi per "accrescere la felicità dei cittadini": i "DiDoRe" (DIritti e DOveri di REciprocità dei conviventi), che garantiscono la tutela da parte dello Stato, però, senza alcun costo.

"Né Dico, né Pacs - ha spiegato Brunetta - Con il pretesto dei diritti, la sinistra intendeva puntare alla roba. Assalire la diligenza del welfare. In particolare, le pensioni di reversibilità; su cui l'Italia ha già le norme più generose al mondo, che però non affondano il sistema perché di solito un coniuge sopravvive all'altro di una manciata di anni. Ma con i Dico il superstite avrebbe percepito la pensione per venti o trent'anni: un disastro. Al contrario, i Didoré non prevedono oneri per lo Stato. Non un solo euro a carico del contribuente. Non welfare; diritti individuali. La sinistra, nascondendosi dietro le coppie omosessuali, aveva progettato un colpo grosso, un imbroglio. Paradossalmente, meglio Zapatero, per cui le due tipologie di convivenza si equivalgono. Per me, così non è, così non può essere e non voglio che sia".

Il ministro ha anche affermato che con questi "DiDoRe" non si vuole creare alcuna "imitazione riduttiva" del matrimonio. "La mia visione della famiglia è quella dell'articolo 29 della Costituzione, e non può prescindere dal matrimonio tra un uomo e una donna" ha detto Brunetta sottolinenado, tuttavia, che esistono altri legami che meritano la tutela da parte dello Stato. "A me pare che in questa categoria rientrino legami di affettività, di reciprocità solidaristica, di mutua assistenza; a prescindere dal sesso" ha detto il ministro.

Con i "DiDoRe", ha precisato Brunetta, è pevisto il diritto in caso di malattia, di visitare il convivente e accudirlo; di designarlo come rappresentante per le decisioni in materia di salute, donazione degli organi, trattamento del corpo e celebrazioni funerarie; di succedergli nel contratto di locazione. Ma sono previsti anche i doveri, come ad esempio gli alimenti. Tutto ciò senza spese per lo Stato.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016