Excite

E' morto Antonio Gava

E' morto a Roma Antonio Gava, aveva 78 anni. L'ex, discusso, leader della Democrazia Cristana, per sette volte ministro tra il 1980 e il 1990, era da tempo malato.

Un look pacchiano fatto di cappelli a falde larghe, bastone con manico d'avorio, anello d'oro e sigaro tra le labbra, fu per anni il biglietto da visita del cosiddetto "vicerè di Napoli" ("boss, figlio di boss", lo definì Cossiga),leader della corrente dorotea in Campania, autentico padre padrone della Dc nel capoluogo partenopeo, nonchè punto d'incontro delle varie anime della balena bianca.

Nel 1993, accusato di per associazione mafiosa (un camorrista pentito lo accusava di aver protetto il boss Lorenzo Nuvoletta), passò tre giorni in carcere, a Forte Braschi, prima degli arresti domiciliari, dal settembre del 1994 al marzo del 1995, e la sospensione cautelare dall'ordine degli avvocati. Dopo un processo durato tredici anni fu assolto, nel 2006, per mancata impugnazione.

Sul ciclone Tangentopoli che polverizzò il suo partito, Antonio Gava, in una delle sue ultime interviste spiegò che "i magistrati, questi gran cornuti, sapevano tutto da sempre, sapevano che i partiti si finanziano illecitamente, ieri come oggi. Però i comunisti li hanno lasciati stare, Craxi aveva proprio ragione, e hanno tolto di mezzo soltanto un partito, la Dc" in una successiva dichiarazione, a chi gli chiedeva quale partito votasse, chiarì che le sue preferenze politiche andavano ora a "Silvio Berlusconi"

"Importante esponente della Democrazia cristiana" ha scritto Renato Schifani in un messaggio inviato alla famiglia "Gava e' stato per alcuni decenni una delle figure di primo piano della politica italiana. Tutti noi ricordiamo i suoi numerosi importanti incarichi di ministro in diversi governi e da ultimo il suo ruolo di presidente del Gruppo democristiano del Senato nella XII Legislatura".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016