Excite

Egitto, Obama a Mubarak: 'La transizione cominci ora'

Se l'opposizione mette alle corde il regime di Mubarak che fa un passo indietro e afferma di non ricandidarsi alle elezioni del prossimo settembre, ecco giungere l'ordine dalla casa Bianca. 'La transizione comici ora'. Parole del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, rivolte appunto a quello d'Egitto.

Solo quattro minuti di un discorso che rimane impresso nella mente. 'Anche il presidente Mubarak ha riconosciuto che lo status quo (in Egitto) non è sostenibile e che serve un cambiamento', ha detto Obama. 'Per l'Egitto si è aperto un capitolo nuovo'.

I video degli scontri in Egitto

Obama aveva seguito il discorso di Mubarak dalla Situation Room della Casa Bianca dove aveva convocato una riunione speciale del suo consiglio di sicurezza al fine di valutare l'intera situazione. E dopo le parole trasmesse in diretta dalla televisione egiziana - il presidente ha risposto così alle richieste di dimissione che due milioni di persone hanno chiesto durante i cortei: 'Voglio concludere il mio lavoro per l'Egitto, il mio Paese, presentandolo al prossimo governo, quello che verrà dopo di me. Voglio dire chiaramente che nei prossimi mesi, quelli che rimangono, lavorerò sodo per approntare tutte le misure necessarie per un trasferimento di potere pacifico e sicuro a chi sarà scelto dal popolo' - ha avuto con lui un discorso di mezz'ora. Infine, Obama si è presentato in tv.

Le immagini della protesta in Egitto

Una giornata ormai come tante, quella di ieri. Nelle vie e nelle piazze della capitale, una folla immensa di persone ha tentato pacificamente di dare la spallata finale al presidente egiziano. Centinaia di migliaia i manifestanti che si sono radunati in piazza Tahrir per chiedere un cambio al vertice dello Stato, mentre un secondo corteo è stato organizzato ad Alessandria e in tutto il Paese è in corso uno sciopero generale.

Certo, Obama ha sottolineato che non spetta agli Stati Uniti indicare quale possa essere il cambiamento, ma deve essere chiaro a tutti che gli Stati Uniti sono schierati a difesa di tutti i diritti universali e contro i violenti. Il presidente, infine, si è congratulato per la professionalità dimostrata finora dall'esercito egiziano e ha concluso: 'Ai tanti giovani che sono in piazza in Egitto in questi giorni vorrei dire che noi americani ascoltiamo la vostra voce'.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016