Excite

Egitto, al via sciopero generale; Israele con Mubarak

Sette giorni di proteste, sette giorni di tensioni, sette giorni che hanno tenuto con il fiato sospeso le diplomazie mondiali. L'Egitto è al centro dell'interesse internazionale, la popolazione continua a ribellarsi al regime di Hosni Mubarak.

Guarda le foto degli scontri

Il video della morte in diretta di un manifestante in Egitto

Sono oltre 150 i civili uccisi durante questa settimana di protesta e gli egiziani continuano a manifestare e a scendere in piazza, affinché la situazione politica cambi. Le comunicazione vengono spesso interrotte, i messaggi che viaggiano sul web sono stati bloccati e anche Al Jazeera è stata più volte oscurata. La situazione non è cambiata nemmeno dopo la formazione di un nuovo governo, fortemente contrastato dall'opposizione dei Fratelli Musulmani.

In questo clima di grande preoccupazione, gli egiziani non vogliono arrendersi e da oggi partirà uno sciopero generale a tempo indeterminato, ad oltranza, fino a quando la situazione non si risolverà. il "Movimento 6 aprile", uno tra i principali dell'opposizione egiziana, ha indetto una maxi manifestazione per domani per "costringere Mubarak alle dimissioni". E' prevista una marcia di milioni di persone. La popolazione è davvero compatta e agguerrita e neanche il coprifuoco riesce a fermare l'avanzata della protesta.

La diplomazia è al lavoro, in questo momento, per fare evacuare i propri diplomatici, gli Usa hanno già previsto un ritorno a casa dei suoi rappresentanti e intanto Barack Obama ha dato il ben servito a Mubarack e ha chiesto 'una transizione ordinata verso un governo che risponda alle aspirazioni del popolo'. Gli Usa sostengono, infatti, Mohamed ElBaradei, capace di negoziare questo passaggio, Premio Nobel della Pace 2005, che potrebbe riuscire a calmare gli animi del popolo affamato.

Dall'altro lato, però, Israele ha chiesto proprio all'America e ad alcuni paesi europei, di sostenere il presidente Hosni Mubarak e il suo governo, perché non si creino nuovi problemi in Medio Oriente. La situazione è molto complicata e anche il nostro paese potrebbe pagarne le conseguenze, potrebbero essere in migliaia gli egiziani che tenteranno la fuga verso le coste italiane, se la situazione non troverà una soluzione immediata.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016