Excite

Elezioni Grecia 2015: Alexis Tsipras vince, Syriza sfiora maggioranza assoluta col 36,3%

  • Getty Images

La Grecia volta pagina e affida ad Alexis Tsipras la maggioranza quasi assoluta, con 149 seggi in Parlamento, un risultato storico alle elezioni politiche nazionali per la sinistra radicale.

Politica fiscale, spese militari ed Europa: il programma di Syriza

A spoglio terminato, i dati ufficiali parlano di un significativo 36,3% al fronte progressista di Syriza, con un distacco di oltre 8 punti sul partito del primo ministro uscente Papademos, Nuova Democrazia, fermo al 27,8% mentre al terzo posto si piazza l’estrema destra di Alba Dorata.

Un trionfo in parte annunciato, quello della formazione guidata dal 40enne candidato premier in Grecia, anche se per formare il nuovo governo serviranno almeno due voti da forze esterne al blocco delle sinistre uscito vincitore dal voto del 25 gennaio 2015.

Parole chiave delle elezioni appena concluse, Europa, “austerity” e “Troika”: proprio in nome dell’opposizione senza sconti alle scelte economiche rigoriste di Bruxelles ed allo strapotere della Germania sui Paesi deboli dell’Unione, Tsipras ha costruito nel tempo un consenso granitico, dando un canale politico al disagio di larga parte della popolazione ellenica.

(Festa tra gli elettori di sinistra in Grecia: netta vittoria di Tsipras alle urne)

Non è un caso se le prime parole pronunciate dal capo dell’esecutivo in pectore di Atene siano state “abbiamo dato un segnale forte e chiaro a tutta l’Europa”, ancora “la Troika rappresenta il passato” e poi “usciremo dal circolo vizioso dell’austerità.

Altra faccia della medaglia nella tornata elettorale del 2015 in Grecia, l’avanzata degli euroscettici di diverso colore, in primis di Alba Dorata che col suo rilevante 6,3% avrà diritto a 17 seggi, allo stesso modo di To Potami e con due parlamentari in più rispetto ai comunisti del KKe, arrivati sopra la soglia di sbarramento raccogliendo il 5,5% dei voti su scala nazionale.

Possibili alleati di maggioranza, in un insolito asse destra-sinistra, gli “indipendenti” del gruppo Anel, culturalmente lontani dalla galassia di forze a sostegno di Tsipras e tuttavia interessati ad un accordo programmatico di governo con Syriza.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017