Excite

Elezioni Mid Term Usa, Obama perde la Camera e mantiene il Senato

Le elezioni di Mid Term che si sono svolte ieri negli Usa non sono state esattamante un successo per il presidente Barack Obama. I repubblicani hanno vinto alla Camera, mentre i democratici sono riusciti a mantenere il Senato. Una magra consolazione considerando che il giovane movimento dei Tea Parties sembra essere riuscito a farsi, piano piano, strada. Alla Camera i repubblicani hanno conquistato 53 seggi passando, nei conteggi attuali, da 178 a 231; i democratici sono scesi da una maggioranza di 255 seggi a 202 seggi.

Sono trascorsi due anni da quando Obama è stato eletto presidente e a quanto pare gli americani, ora, si stanno orientando sempre di più verso il centro destra. E proprio su questo l'amministrazione Obama dovrà riflettere. Washington vede mutare gli equilibri politici. Il nuovo capo della maggioranza repubblicana alla Camera John Boehner ha detto: 'C'è stato un cambiamento di rotta, mi chiedo se il presidente rispetterà il volere del popolo. Se lo farà saremo pronti a lavorare con lui'. Nancy Pelosi, la prima donna a guidare la Camera, ha perso la leadership. E' dagli anni Trenta che non si registrava una variazione della maggioranza alla Camera senza un seguito al Senato.

A quanto pare, nel complesso, il voto è stato per il 55 per cento a vantaggio dei repubblicani e per il 43 per cento a vantaggio dei democratici. Gli indipendenti hanno votato in forte maggioranza per i repubblicani. L'affluenza dei giovani è stata molto più bassa rispetto al 2008.

Normalmente nelle elezioni di metà mandato la maggioranza riduce i suoi margini di vantaggio, ma in questo caso, per Obama si è trattato di una vera e propria sconfitta. Gli americani sono scontenti e preoccupati. Crisi economica, disoccupazione, sanità. E per i repubblicani, all'opposizione, questo si è tradotto in voti.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016