Excite

Elezioni Presidente della Repubblica 2013 - La diretta del primo giorno

  • sky.it

a cura di Gabriella Sardisco e Silvia Artana
Twitter @gabrisar
Twitter @magentarhs

SEGUI LA DIRETTA DELLE ELEZIONI DI OGGI 19 APRILE 2013

Oggi 18 aprile 2013 cominciano le votazioni per l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica. Dalle 10 si parte con la prima sessione di voto che durerà presumibilmente dalle 4 alle 5 ore. In caso di mancata elezione al primo scrutinio, il secondo sarà intorno alle 15. Ieri in serata Berlusconi e Bersani hanno raggiunto un'intesa sul nome (leggi la notizia) dell'ex presidente del Senato Franco Marini: il centrosinistra si è spaccato. Matteo Renzi, ieri ospite de "Le Invasioni Barbariche" ha detto: "Proporre Marini è fare uno sgarbo al paese".

Franco Marini candidato d'intesa: Twitter si ribella

Franco Marini, tra i grandi trombati alle elezioni 2013

Franco Marini dovrebbe ricevere i 70 voti di Scelta Civica e i 270 del Partito delle Libertà. Più difficile da capire invece quanti voti otterà dal Pd.

Alfano-Bersani, abbracci e sorrisi prima del voto: l'inciucio c'è e si vede

Grillo in barca per la traversata Grado-Trieste: le foto

Segui la diretta in continuo aggiornamento delle elezioni

Aggiorna la diretta

19.16 Laura Boldrini legge i risultati ufficiali. Stefano Rodotà ha ottenuto 230 voti, Sergio Chiamparino 90, Massimo D'Alema 38, Franco Marini 15, Alessandra Mussolini 15, Romano Prodi 13. Le schede nulle sono 14 e le bianche 418. Dunque nulla di fatto, tutto rinviato a domani mattina per la terza votazione. Beppe Grillo ha ribadito che il M5S continuerà a sostenere il proprio candidato fino alla quarta, dove non serve più la maggioranza dei 2/3 dei votanti, ma quella assoluta. E intanto nel Pdl si segnala qualche defezione dal fronte unico compatto: Domenico Scilipoti infatti ha detto che voterà Rodotà dopo aver visto la gente che protestava davanti a Montecitorio.

19.00 Finito lo spoglio, si attende il risultato ufficiale. Boldrini si tiene la testa, evidentemente provata. E intanto Silvio Berlusconi è stato contestato durante il suo discorso a Udine al grido di: "Buffone! Buffone!". Qualcuno scandisce anche: "In galera! In galera!". Non bastano i cori "Silvio! Silvio!" a coprire le voci del dissenso.

18.36 Dopo i voti per Rocco Siffredi e Giovanni Trapattoni, continua il monotono elenco delle schede bianche (276). Non c'è ancora l'ufficialità, ma a questo punto dello spoglio è chiaro che ci si sta avvicinando a un'altra fumata nera.

18.30 "Prendere atto della fase nuova. Il Pd farà nuova proposta". L'Ansa batte questa dichiarazione di Bersani e l'ipotesi è che nella riunione di domani - o forse già nell'incontro con Renzi - il segretario cercherà una strategia diversa per tenere insieme il partito.

18.24 Voti per Daniela Santanché e per Michele Cucuzza.

18.15 Catena umana davanti a Montecitorio. Cresce la protesta nei confronti del Pd e del segretario e a essere criticato è il metodo, prima che la persona scelta per il Colle. I militanti in piazza sottolineano l'apertura di Grillo e sostengono l'opportunità di votare il candidato del M5S: "Se non votate Rodotà, non ci spostiamo da qua". Per stasera previsto anche un flash mob davanti alla sede del Partito Democratico a Roma. Intanto il leader dei 5 Stelle è arrivato a Trieste, dove a un giornalista che gli domandava dell'eventualità di una convergenza su Prodi, ha risposto: "Ma perché ti droghi?". Grillo ha quindi detto che Rodotà è un "ottantenne con lo spirito di un ragazzino".

18.11 "Non ho nessun problema a incontrare Renzi. Il Partito non esplode. Sono preoccupato per l'Italia". Così Pierluigi Bersani ai cronisti che gli chiedevano dell'incontro di stasera - o domani - con il sindaco toscano.

18.08 La prima scheda è per Chiamparino, seguita poi da altre per Rodotà e tante 'bianca'.

18.04 Si è conclusa anche la seconda votazione. Tra pochi minuti inizierà lo spoglio, presumibilmente molto 'monotono'.

17.54 "Quella di stasera era un'ipotesi, ma penso sia più probabile e più utile domani mattina. Oppure si può anche fare le cose per telefono, come fino ad ora...", questa la (polemica) risposta di Matteo Renzi a un giornalista che gli chiedeva lumi sulla sua annunciata partenza per la Capitale. "Marini è saltato", ha poi aggiunto il sindaco di Firenze.

17.48 Nonostante la débâcle di oggi, Franco Marini resta il candidato favorito dei bookmaker. L'ex sindacalista è dato a 1,60 da Bet2875, seguito da Giuliano Amato, Emma Bonino e Stefano Rodotà a quota 2,00. Riprende quota anche il nome di Romano Prodi, dato alla vigilia del voto a 2,50.

17.28 Matteo Renzi in viaggio verso Roma per discutere con Bersani sulla possibile soluzione.

17.21 Franco Marini non intende ritirare la sua candidatura al Colle.

17.07 Intervistato da Sky sul nuovo nome che potrebbe essere proposto dal Pd, cioè quello di Romano Prodi, un giovane deputato del Movimento 5 Stelle risponde: "Aridaje co Prodi...speriamo che si arrendino e votino Rodotà".

16.56 Intanto il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha convocato una riunione per domani pomeriggio con i grandi elettori del partito per decidere su una soluzione per la quarta votazione.

16.24 Comincia la seconda chiamata dei senatori.

16.07 La palla adesso passa di nuovo al Pd, dovrà fare un nuovo nome. Al momento si stanno astenendo tutti.

15.52 Scelta Civica e Lega mollano Franco Marini ufficializzando la decisione di non votarlo più.

15.42 Ricominciata la seconda votazione.

15.39 Il Pd ha deciso di votare scheda bianca nella seconda e terza votazione. Per quarta votazione spunta di nuovo il nome di Romano Prodi, richiamato anche dal M5S e da alcuni esponenti Pd come Pippo Civati.

15.26 A breve si ricomincia con la seconda votazione.

15.05 Vito Crimi, capogruppo M5S al Senato, fuori Montecitorio: "Il movimento 5 Stelle punta su Stefano Rodotà, chiediamo agli altri partiti di convergere su questo nome".

14.40 C'è chi in Parlamento la butta in caciara e vota il conte Raffaello Mascetti, geniale personaggio impersonato da Ugo Tognazzi nella saga cult di Monicelli "Amici miei". Celebre la supercazzola del nobile decaduto. Su Twitter gli utenti si divertono, Paolo Paticchio ‏@paticchio scrive: "Unica nota positiva che da senso a questo primo voto è la preferenza a Raffaello Mascetti. Una classe dirigente utile come fosse antani". Un voto anche per Mara Carfagna, la Boldrini: "Carfagna. Non ha i requisiti. Nulla". Infine, uno dei parlamentari più burloni ha scritto sulla scheda il nome di Veronica Lario.

14.23 I risultati ufficiali della prima votazione: Marini 521, Rodotà 240, Chiamparino 41, Prodi 14, Bonino 13, D'Alema 12, Napolitano 10, Finochiarro 7, Cancellieri 2, Monti 2. 104 schede bianche e 15 nulle.

14.02 Franco Marini non ce la fa a raggiungere il quorum alla prima votazione. Si ricomincia con la seconda alle 15.30.

13.30 Ancora in corso lo spoglio: 246 voti per Marini, 111 per Rodotà, 53 bianche e 53 "altri". Marini è attualmente sotto al quorum dei due terzi.

13.09 Franco Marini ha il maggior numero di preferenze, seguito da Stefano Rodotà. Un voto per Massimo D'Alema.

13.05 Terminata la prima votazione. Il presidente della Camera procede con lo spoglio delle schede.

13.00 Ha appeno votato Alberto Monaci, il grande elettore toscano, scelto dal Pd al posto di Matteo Renzi.

12.52 Ribadisce anche adesso il suo pensiero sul candidato al Colle dal Pd, Matteo Renzi dice: "Con Marini il partito si è spaccato".

12.32 Intanto è iniziato il comizio di Beppe Grillo a Grado, in Friuli Venezia Giulia. Subito il leader del M5S si scaglia contro la stampa: "Su di me e la mia famiglia fiumi di merda. Sono queste le indagini che fanno". E poi sulla crisi: "Non ho la bacchetta magica ma noi dobbiamo dare un segnale". Sul no all'alleanza con il Pd: "Non mi sono alleato perchè la nostra frase è stata "MANDIAMOLI TUTTI A CASA", guardate adesso il Pd si sta spaccando". Sull'elezione del Capo dello Stato: "C'è da scegliere tra il presidente degli italiani che è Stefano Rodotà e il presidente di Berlusconi che è Franco Marini".

12.17 Renato Schifani si dice fiducioso sull'elezione di Marini alla prima votazione: "Siamo compatti, il centrosinistra invece è spaccato sul candidato. Siamo speranzosi su Franco Marini, mi viene da pensare che 7 anni la sinistra per Napolitano era unita mentre oggi non lo è più: è il senso della crisi del Partito Democratico".

12.05 Gaetano Quagliariello (Pdl) ai microfoni di Sky lascia intendere che il Governo che verrà formato subito dopo le elezioni del Capo dello Stato sarà di larghe intense: "Superiamo gli stereotipi di vecchio e nuovo, Marini va considerato come persona e non rispetto all'età".

12.00 Ileana Argentin, deputata del Pd, su Twitter: "NON C'E' L'HO FATTA, HO VOTATO SCHEDA BIANCA".

11.52 Se il Partito Democratico fosse unito sulla votazione di Marini avremmo 451 voti favorevoli. In realtà sono almeno 50 i deputati renziani che non voteranno l'ex presidente del Senato.

11.44 Su Twitter Giulia Di Vita, deputata 5Stelle, commenta l'arrivo di Bersani e Alfano in Parlamento: "Sorrisi, abbracci e pacche sulle spalle. Cosa ci sia da ridere me lo chiedo seriamente. #rodotàpresidente".

11.41 Nessun commento ancora da Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle. Sul suo blog al momento tutto tace, l'ultimo post ieri su Stefano Rodotà.

11.36 Intanto su Twitter gli utenti si interrogano: "Ormai #Marini è il candidato di #Berlusconi, che un anno fa era morto e oggi potrebbe eleggere il Capo dello Stato".

11.33 Massimo D'Alema sulla possibile elezione di Marini: "Sarà un buon Presidente della Repubblica".

11.27 Iniziano a votare i senatori.

11.16 I conti su Marini per il momento teorici (tutto può succedere nel corso della chiama, con il voto segreto si rischia sempre grosso): con i voti del Pd (vecchia area) Pdl, Scelta Civica, Lega e Giovani Turchi si arriva a 720 voti. Per essere eletto ne bastano 672.

11.00 Il gossip della Lombardi al giornalista di Sky: "I rumors dicono che se Marini non dovesse farcela il secondo nome sarà quello di D'Alema". Nessuno scoop però, già da qualche giorno sui giornali circolava il nome dell'ex Premier.

10.56 Roberta Lombardi, capogruppo M5S, fuori dalla Camera a Sky: "Rodotà è l'espressione della volontà dei cittadini. Non ci aspettiamo nulla dai partiti: con i fatti hanno possibilità di mostrare il cambiamento. Ci aspettiamo che il Pd voti Stefano Rodotà e noi lo voteremo in tutti gli scrutini".

10.46 Solo in due casi il Presidente della Repubblica è stato eletto alla prima votazione: Cossiga e Ciampi. Ricordiamo che per eleggere il nuovo capo dello Stato serve la maggioranza qualificata di 672 voti.

10.34 Stefano Fassina intervistato da Sky cerca di rassicurare difendendo il nome di Franco Marini proposto da Bersani. I "renziani" invece: "L'unico soddisfatto è il Pdl". Ieri sera Berlusconi aveva detto: "Quello di Marini è il nome migliore che potevamo aspettarci".

10.10 Laura Boldrini, presidente della Camera, apre la prima votazione. I deputati chiamati in ordine alfabetico.

10.06 La Lega voterà Marini alla prima votazione.

10.03 A breve l'inizio della prima votazione. In lizza Franco Marini, nome condiviso da Pd e Pdl e Stefano Rodotà, candidato del Movimento 5 Stelle.

9.39 Franco Marini questa mattina: "Spero di essere una scelta condivisa dal Pd. Non auspico a nessuna scissione".

9.36 Confermato: Sel di Nichi Vendola non voterà Franco Marini ma Stefano Rodotà, candidato dal Movimento 5 Stelle.

La diretta video

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017