Excite

Emergenza Migranti, Nunzio Galantino della CEI contro Governo e politici

  • Twitter @Internazionale

L’emergenza emigrazione è certamente l’argomento di dibattito e scontro politico di questi giorni con botta e risposta che si succedono per fronteggiare lo sbarco continuo sulle coste italiane.

Leggi della strage di migranti sulle coste della Libia

Dopo l’ultimo salvataggio del naufragio di martedì al largo della Libia, sale la tensione sulle tematiche di accoglienza del Governo ed è il segretario generale della Conferenza Episcopale, Monsignor Nunzio Galantino che dopo aver definito “piazzisti da bar” i leader di Lega e Movimento 5 Stelle attacca duramente il Governo di Matteo Renzi.

“È un esecutivo del tutto assente sul tema immigrazione", ha sentenziato Galantino su Famiglia Cristiana aggiungendo: “Non basta salvare i migranti in mare per mettere a posto la coscienza nazionale”. Il modello di riferimento del religioso è quello tedesco, infatti nel suo intervento ha bocciato inequivocabilmente la legislazione italiana sul tema: “Potremmo imparare dalla Germania e copiare le sue leggi, invece noi abbiamo sempre scritto leggi che in buona sostanza respingono gli immigrati e non prevedono integrazione positiva”. Immediate le repliche del Pd per voce del membro della segreteria Emanuele Fiano che ha definito quanto dichiarato dal Monsignore “Parole inaccettabili”.

E a tal proposito è intervenuta anche la vicesegretaria del Partito democratico Debora Serracchiani che dai microfoni del Tg1 ha dichiarato: “A tutti quelli che dispensano soluzioni, a chi dà giudizi ingenerosi, a chi la fa facile, rispondiamo che questo governo sta affrontando con razionalità una soluzione difficile”.

E la Serracchiani ha aggiunto: “Nessuno può pensare che l'Italia risolva l'emergenza dell'intero continente, motivo per cui abbiamo fatto sì che tutta l'Europa si muovesse. Abbiamo preso le misure per la sicurezza degli italiani e chiederemo che venga affrontato il tema del rimpatrio”.

E’ poi arrivata in serata una precisazione di Famiglia Cristiana che si scusa con Monsignor Galantino per aver “riportato in modo esagerato nei toni la sua posizione all'interno di un colloquio confidenziale con un nostro giornalista”, anche se la sostanza rimane e il clima da teso che era, è rimasto incandescente.

(Guarda il video dell'ultimo salvataggio della Marina nel Canale di Sicilia)

Sono circa 102mila i migranti sbarcati in Italia dal 2015 secondo i dati del Viminale ed è la Sicilia la principale regione di sbarco seguita dalla Calabria, mentre sono 396 gli scafisti arrestati quest'anno.

Contro le parole di Galatino, che hanno prodotto un effetto domino, è intervenuto anche il Leader della Lega Matteo Salvini in un intervento sui social network: “Il signor Galantino pensa che gli italiani debbano accogliere tutti gli immigrati sempre e comunque. E i leghisti che non la pensano come lui, sono fanfaroni da osteria. Ma l'Italia è ancora una Repubblica o dipende dal Vaticano? Chiedo a voi amici cattolici ma questo Galantino ha rotto le scatole?” rincarando poi la dose nell'intervista sul Corriere della Sera in cui lo definisce "vescovo comunista".

Insomma, un botta e risposta che non si placa quello tra la Cei e la politica italiana, mentre prosegue il dramma dei migranti sulle coste italiane e in altre aree d’Europa, come l’isola greca di Kos in cui la situazione continua ad essere ingestibile.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017