Excite

Emergenza rifiuti Napoli, De Magistris lancia l'allarme sanitario

A Napoli è caos. La situazione è grave. Sulle strade sono presenti circa 2.550 tonnellate di rifiuti e la città è in rivolta (il video). Il sindaco Luigi De Magistris ha lanciato un allarme sanitario e ha attaccato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi accusandolo di fregarsene completamente di Napoli.

Infografica: rifiuti, l'economia del problema

I video sull'emergenza rifiuti a Napoli

Nel corso di una conferenza stampa De Magistris ha detto: 'Non ha fatto nulla per Napoli e per l'emergenza rifiuti, perché se ne frega: altrimenti in queste ore avrebbe adottato altri provvedimenti'. Aggiungendo: 'Bisogna partire subito. Le isole ecologiche devono essere immediatamente attive, non si può aspettare settembre'.

De Magistris ha fatto poi sapere che il Comune di Napoli ha individuato tre siti di trasferenza in città. Per motivi di riservatezza non ha svelato quali siano questi siti, ma secondo indiscrezioni si tratterebbe dell'Ex Icm del quartiere Ponticelli, che è già in uso, i capannoni dismessi di Gianturco e l'ex mercato dei fiori di San Pietro a Patierno.

Il primo cittadino della città partenopea, poi, ha fatto sapere che presto firmerà un'ordinanza contro chi dà vita a roghi e contro 'chi rovescia per strada i cumuli'. La promessa è quella di un impegno straordinario della polizia municipale. Non solo. De Magistris, che ha detto no allo stato di emergenza, ha anche annunciato la scorta armata ai mezzi dell'azienda rifiuti, l'Asia.

L'allarme del sindaco di Napoli è rilanciato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il quale ha affermato che l'emergenza è 'acuta e allarmante' e che è indispensabile l'intervento del governo.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016