Excite

Emergenza rifiuti, sì alla discarica di Chiaiano

Il sottosegretario all'emergenza rifiuti, Guido Bertolaso, ha confermato l'apertura della discarica nella cava di Chiaiano, che sarà bonificata prima dell'apertura dell'impianto, prevista in linea di massima nel giro di tre mesi.

Bertolaso ha assicurato che il confronto continuerà, ma il comune di Chiaiano è pronto a presentare un esposto. "Presenteremo un esposto in Procura evidenziando tutti i motivi della inidoneità della discarica nella cava di Chiaiano - ha detto il presidente della Commissione ambiente partenopea, Carlo Migliaccio - presenteremo tutte le nostre relazioni che attestano che quella discarica non si può fare anche perché c'è un parco di 500 appartamenti che sorge a meno di un chilometro dall'invaso". E se per i tecnici dell'agenzia regionale per la protezione dell'ambiente della Campania (Arpac) le cave sono idonee, gli esperti nominati dai comitati e dalle amministrazioni vicine alle cave hanno espresso parere opposto. Secondo gli esperti, infatti, il sito non sarebbe adatto ad accogliere rifiuti sia per le caratteristiche geologiche e per la vicinanza con le falde acquifere, sia per l'elevata presenza nei terreni di piombo e cadmio.

"Le parole di Bertolaso - ha affermato Ivo Poggiani, uno dei rappresentanti dei comitati di Chiaiano - si autosmentiscono perché quando ammette che la cava è da bonificare, quando dice che bisogna cementare le pareti, quando afferna che non c'è ancora un piano trasporti credibile, ci ripete esattamente tutta una serie di dati che dicono come la cava di Chiaiano non sia idonea per una discarica. Elementi che si aggiungono alla confermata porosità dei suoli, alla presenza di un densissimo abitato intorno alla cava. Non esiste in pratica un solo parametro europeo che sia rispettato. E' evidente che ci si intestardisce su Chiaiano per difendere un piano rifiuti indifendibile e sbagliato. Perciò ai comitati, ai cittadini non resta che mobilitarsi per difendere il futuro della Selva di Chiaiano che è un patrimonio dell'intera città di Napoli".

Ma Bertolaso è intenzionato a realizzare la discarica i cui lavori dovranno essere allestiti "a regola d'arte" e ha annunciato la riconvocazione del tavolo tecnico con gli enti locali per valutare ulteriori aspetti legati all'utilizzo dell'impianto. Bertolaso ha poi sottolineato la necessità di avviare "un piano di raccolta differenziata, serio, realistico già a partire dalla fine del mese di luglio". La zona a Nord di Napoli e "in particolare l'Ottava Municipalità di Napoli" saranno i primi quartieri interessati. La raccolta differenziata ridurrà i quantitativi di rifiuti e consentirà di dividere il secco dell'umido. "Quando avremo raggiunto questo obiettivo - ha spegato Bertolaso - nella cava di Chiaiano verrà conferito materiale che è assolutamente compatibile".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016