Excite

Emilio Fede indagato per bancarotta fraudolenta. L'avvocato: 'E' estraneo ai fatti'

  • LaPresse

Lo scorso giugno l'agente dei vip Lele Mora è stato arrestato per bancarotta fraudolenta aggravata (leggi la notizia), adesso si parla di bancarotta anche per il direttore del Tg4 Emilio Fede.

Fede, come Mora, è indagato per il cosiddetto 'caso Ruby'. Adesso per lui anche un indagine per bancarotta fraudolenta proprio nell'ambito della vicenda del crack della LM Management, la società di Lele Mora.

Il direttore del Tg4 è stato sentito dai pubblici ministeri, Massimiliano Carducci ed Eugenio Fusco. Subito il legale di Fede, Gaetano Pecorella, ha voluto sottolineare l'estraneità del direttore del Tg4. L'avvocato ha evidenziato il fatto che Fede non è mai stato socio di Lele Mora e che con lui non ha mai avuto interessi in comune.

Attraverso una nota il legale ha fatto sapere che l'intrrogatorio sostenuto nei giorni scorsi da Emilio Fede davanti ai magistrati milanesi titolari dell'inchiesta sul fallimento della LM Management 'è servito a dare ai magistrati tutte le notizie da loro ritenute necessarie per le indagini, nonché a dimostrare l'estraneità di Emilio Fede alle vicende patrimoniali di Lele Mora'.

A quanto pare Fede sarebbe coinvolto nella vicenda per un prestito ricevuto da Lele Mora da parte del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, attraverso Giuseppe Spinelli, dell'ammontare di circa 2 milioni e 850mila euro. Secondo Mora, Fede avrebbe trattenuto meno della metà della cifra, mentre il direttore del Tg4 avrebbe parlato di 400mila euro come restituzione di un prestito. Gli inquirenti ipotizzano che il direttore del Tg4 abbia trattenuto per sé una parte dei circa 2 milioni e 850mila euro mentre era in corso la procedura di fallimento della LM Management.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016