Excite

Erich Priebke, festa per i 100 anni a Roma: scoppia la polemica. Marino: "Vigilerò"

  • video.repubblica.it

Lunedì 29 luglio Erich Priebke, il boia delle Fosse Ardeatine, compie 100 anni e a Roma scoppia il caso festeggiamenti. Dopo la celebrazione dei 90 in un agriturismo sulla Nomentana, l'Associazione Nazionale Partigiani di Italia (Anpi) e la comunità ebraica della Capitale si sono infatti attivate per evitare lo scempio di una festa pubblica in onore dell'ex ufficiale delle SS, responsabile dell'uccisione di 335 persone.

Hans Lipschis, criminale nazista arrestato in Germania: era una guardia di Auschwitz

"Un criminale di guerra non può essere festeggiato, alla memoria delle vittime del nazifascismo non si può mai derogare", spiegano dall'Anpi, invitando contestualmente ad aderire "alla petizione on line Vogliamo giustizia e verità sulle stragi nazifasciste" sul sito dell'Associazione (anpi.it). E il presidente della comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, ha rivolto un appello "al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, al premier Enrico Letta, al ministro Annamaria Cancellieri, al sindaco di Roma Ignazio Marino e al neogovernatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, affinché vigilino" perché non sia organizzata alcuna cerimonia.

Presa di posizione che l'avvocato di Priebke, Paolo Giachini, liquida dicendo: "Non ci sarà alcuna festa per i 100 anni. E' ora di farla finita, l'Anpi e la Comunità ebraica si occupino dei problemi che li riguardano" e non "di un povero vecchietto che sta scontando a norma di legge il suo ergastolo". Anzi, per il legale pure per la celebrazione dei 90 anni è stato creato un caso dove non c'era: "Anche lì si ingigantì tutto".

Il sindaco Ignazio Marino, però, non è della stessa opinione e ha immediatamente raccolto l'appello di Pacifici, affermando che vigilerà "personalmente affinché nessuna 'festa' pubblica sia autorizzata in occasione dei 100 anni di Erich Priebke". "Roma è stata insignita della Medaglia d’Oro della Resistenza", ha continuato il primo cittadino, "e nessuno può festeggiare uno dei responsabili dell'eccidio delle Fosse Ardeatine". Parole condivise anche dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che su Twitter ha scritto: "Roma non dimentica. Non si può festeggiare Priebke, il boia delle Fosse Ardeatine".

Dieci anni fa, in occasione del novantesimo anniversario di Priebke, fu allestita una grande festa - "c'erano più di 100 persone, vennero pure da Svizzera, Francia, Germania. Il più famoso degli invitati era l'avvocato Carlo Taormina", ha raccontato a Il Corriere della Sera Mario Merlino, 'il Professore Nero' per i suoi trascorsi neofascisti - con regali "ammonticchiati" sotto a un gazebo e a mezzanotte una scritta in cielo "con le luminarie: auguri per i tuoi 90 anni". Una vergogna e una ferita per i parenti e la memoria delle vittime delle Fosse Ardeatine che Roma non vuole assolutamente rivivere. Anche se - nonostante le smentite - sembra che i preparativi per la celebrazione dell'ex ufficiale delle SS fervano sottotraccia: "Parteciperò alla festa dei cento anni di Priebke come ho fatto per i 90. Allora? Nessuno sa che dei 50 imputati 49 stati assolti", ha twittato Carlo Taormina.

Una dichiarazione che ha costretto Giachini a correggere il tiro: "Priebke è stanco, ha poca voglia di festeggiare e lo farà in forma privata con pochi intimi. Il resto sono solo fesserie uscite sui giornali", ha detto infatti il legale ad Adnkronos, aggiungendo pure a proposito dell'altra polemica esplosa per le immagini che ritraggono il criminale nazista a passeggio per Roma con la badante: "Priebke sta scontando la sua pena e la possibilità di uscire di casa rientra nei diritti che gli sono stati accordati dalla legge italiana. Se la legge è ancora uguale per tutti, non ha senso sollevare questo polverone".

"Polverone"? Ma davvero per un criminale di guerra, autore di uno dei più efferati massacri che la storia di Italia ricordi, perpetrato per rappresaglia e costato la vita a 335 "persone comuni, militari, carabinieri, preti, non solo ebrei", come ha ricordato Pacifici, si può parlare di "polverone"?

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017