Excite

Esercito Usa, il Senato dà il via libera agli omosessuali dichiarati

E' stata approvata dal Senato americano la legge che permetterà agli omosessuali dichiarati di entrare nelle forze armate. La decisione ha posto di fatto fine alla 'Don't ask, don't tell' (non chiedere, non dire), politica introdotta nel 1993 dall'allora presidente Bill Clinton che consentiva ai gay di arruolarsi solo a patto di non dichiarare il proprio orientamento sessuale.

Da tempo il presidente degli Stati Uniti Barack Obama si era impegnato nel tentativo di mettere fine al divieto per i gay dichiarati di entrare nell'esercito. Durante la campagna elettorale Obama aveva affermato che avrebbe combattuto le discriminazioni contro gli omosessuali e avrebbe permesso ai gay di prestare servizio liberamente nelle forze armate.

Dopo la decisione del Senato il presidente degli Stati Uniti ha inviato una nota alla mailing list dei suoi sostenitori, nella quale si legge: 'Quando la legge giungerà sulla mia scrivania la firmerò e questa politica discriminatoria avrà fine. I gay e le lesbiche in servizio nell'esercito, coraggiosi americani che lottano per la nostra libertà, non dovranno più nascondersi. Una voce in meno nella lista della battaglia per i diritti civili, che continua. Questa vittoria appartiene a voi. Senza il vostro impegno, le promesse che ho fatto come candidato sarebbero rimaste promesse'.

Quella approvata sabato dal Senato americano è una legge storica, da anni al centro delle rivendicazioni dei gay statunitensi. Ora si attende la firma del presidente Obama, ma per l'effettiva entrata in vigore delle nuove regole occorrerà ancora del tempo. Gli esperti legali delle forze armate, infatti, dovranno assicurarsi che le nuove regole non influenzino negativamente l'operatività delle truppe.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016