Excite

Estorsione a Berlusconi, il premier non incontrerà i pm napoletani

  • LaPresse

Si sarebbe dovuto svolgere domani 13 settembre l'incontro tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il capo della procura di Napoli Giandomenico Lepore in merito alla vicenda relativa alla presunta estorsione che lo vede parte lesa e in seguito alla quale è finito in carcere l'imprenditore pugliese Giampaolo Tarantini (leggi la notizia), ma domani il premier non ci sarà. Anziché a Palazzo Grazioli, Berlusconi sarà in Europa ad incontrare le istituzioni comunitarie. Alla notizia immediati sono stati i commenti secondo i quali il viaggio del premier non sarebbe nient'altro che una scusa per scappare dai magistrati e non rispondere alle domande dei pm di Napoli.

Tutto sull'inchiesta di Bari

Commenti che hanno profondamente adirato Berlusconi il quale, come si legge sul quotidiano Il Corriere della Sera, ha detto: 'Ho il dovere di andare a Bruxelles e Strasburgo, figuriamoci cosa direbbero se non lo facessi e invece si ironizza sul fatto che si rinvia un incontro con questi magistrati, è semplicemente pazzesco'.

A quanto pare il premier è molto arrabbiato con chi insinua che il suo viaggio europeo sia solo una scusa per evitare i magistrati. Il Cavaliere, tra l'altro, ha parlato di un'estorsione mai avvenuta e di fatti di cui non è chiara la competenza. Secondo Berlusconi è oltraggioso sostenere che l'incontro con le istituzioni comunitarie sia stato organizzato proprio per non parlare con i pm napoletani.

Giorni difficili per il premier, c'è chi lo accusa di evitare un faccia a faccia con i magistrati e chi lo accusa per la manovra economica. A tal proposito Berlusconi ha detto: 'Pur di colpire me in tanti in questo Paese stanno dimenticando gli interessi dell'Italia'.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016