Excite

Etiopia, dipinti contro i matrimoni delle bambine

Alcuni artisti etiopi hanno realizzato dei dipinti su una tela lunga 100 metri a sostegno della campagna per porre fine ai matrimoni celebrati in tenera età in Etiopia. Sono 30 gli artisti che hanno preso parte all'iniziativa organizzata dall'UNFPA (United Nations Population Fund, agenzia per lo sviluppo internazionale che promuove i diritti di ogni donna, uomo e bambino) in collaborazione con il Ministero dei Giovani e dello Sport, il Population Council e con il patrocinio di Azeb Mesfin, moglie del primo ministro etiope. Tra gli artisti presenti Desta Hagos, Alem Teklu e Bekele Mekonen. "I matrimoni precoci - ha spiegato Monique Rakotomalala, rappresentate dell'UNFPA in Etiopia - sono una forma di violenza che causa gravi problemi alla salute riproduttiva di donne e bambine tra cui la morte delle madri, fistole, HIV/AIDS e problemi psico-sociali".

Guarda alcune immagini dei dipinti

Secondo alcuni studi, solo nella provincia di Amhara, il 50 per cento delle ragazze quindicenni o ancora più giovani sono obbligate a sposarsi malgrado legalmente il matrimonio sia possibile solo dopo aver compiuto 18 anni. "L'Etiopia - ha sottolineato Rakotomalala - offre un ambiente fertile per tutti coloro che sono impegnati nella lotta contro la diseguaglianza di genere. Le leggi nazionali condannano con forza ogni forma di violenza inflitta alle giovani donne e ragazze ma nonostante queste leggi continuano a sussistere vecchie usanze profondamente radicate nel Paese, tra queste l'infibulazione e i matrimoni di giovani ragazze". I dipinti, realizzati seguendo il tema 'Stop Early Marriage', sono stati esposti in occasione della festa della donna l'8 marzo.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016