Excite

Eutanasia, Bossi: "Anch'io ho pensato alla fine"

In un'intervista rilasciata al settimanale "Gente", il leader leghista Umberto Bossi ha parlato della sua posizione sul caso di Eluana Englaro, la giovane in coma da 12 anni la cui famiglia si batte perché le venga data una fine dignitosa, e dell'ictus che lo ha colpito l'11 marzo del 2004.

Bossi stesso ha raccontato di aver pensato, nei momenti più difficili della sua malattia, di lasciarsi morire. Il leader leghista ha espresso tutta la sua comprensione nei confronti dei parenti di chi è in coma senza possibilità di risveglio, ma allo stesso tempo ha anche detto di capire il dilemma che accompagna i medici "sempre soggetti a una scelta che è contro il loro giuramento professionale".

Sebbene vicino alla famiglia di Eluana, per quanto riguarda l'eutanasia il ministro per le Riforme ha affermato: "in Italia sarà molto difficile arrivare a una soluzione legislativa, almeno per adesso".

Ricordando i giorni difficili della sua malattia, il leader leghista ha raccontato: "Ero frastornato, è stata una lotta durissima tra paura, angoscia e speranza. In una situazione simile si provano tantissime sensazioni contrastanti. Forse però, in fondo, non ho mai pensato alla morte in quanto tale, ma soltanto alla fine di una sofferenza enorme che mi stava opprimendo. Ma io sono un lottatore vero e così ho continuato a combattere. La speranza, fortunatamente, è sempre l'ultima ad andarsene".

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016