Excite

Expo 2015: vince Milano

Con 19 voti di scarto (Milano 86, Smirne 65) ieri Milano si è aggiudicata l'Expo 2015. Una vittoria netta arrivata dopo un pomeriggio lunghissimo. I delegati che a Parigi si sono riuniti per decretare la sede dell'esposizione universale erano 151 mancava solo lo Swaziland e tutti si sono schierati. Alla fine nonostante le polemiche della vigilia per i nuovi paesi entrati solo all'ultimo e che erano dati più vicini a Smirne che non all'Italia, Milano ha prevalso in un finale thrilling.

Guarda le foto dei milanesi in festa per l'assegnazione dell'Expo 2015

Prima la lunga processione dei delegati per ritirare la pulsantiera per votare, poi alcuni dei rappresentanti dei 151 paesi che non riuscivano a capire il sistema di votazione, e ancora l'esultanza improvvisa con canti e bandiere di Smirne quando sembrava avesse vinto la Turchia. Milano però ce l'ha fatta e a scattare in piedi è stata la prima fila dell'Anphitheatre Bleu del Palais des Congres con Moratti, Formigoni, Prodi, D'Alema, Emma Bonino, Diana Bracco e Carlo Sangalli.

"La vittoria dell'unità", ha subito commentato Prodi. "L'Italia è un osso duro quando si candida a una competizione internazionale" ha aggiunto D'Alema. "L'Italia sa essere autorevole interlocutore internazionale", ha sottolineato ancora Letizia Moratti. A rovinare la festa la polemica Prodi-Berlusconi sui meriti del Governo che il leader del Popolo delle Libertà non ha voluto riconoscere prendendosi in tutta risposta dal presidente del Consiglio un "si vergogni".

Resta il fatto che per Milano adesso si apre un'opportunità unica: 4 miliardi gli investimenti previsti, 70-80 mila nuovi posti di lavoro. Poi ci sono le ricadute sul territorio. La Camera di Commercio e l'Unione del Commercio di Milano le hanno calcolate in 44 miliardi di euro. Nell'indagine su 1200 imprese si calcola un incremento del fatturato atteso del 10%. "Da domani ricomincia il lavoro" ha subito dichiarato il sindaco Letizia Moratti. Ci sono davanti 7 anni per sviluppare il tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita". Una sfida che Milano vuole portare avanti con i tanti paesi che l'hanno sostenuta per un expo che si faccia, come è stato più volte ripetuto nella presentazione, network fra nazioni e popoli a partire da quelli più poveri.

"Il risultato di Milano è bellissimo e mi riempie di gioia. Che sia una grande città italiana ad ospitare l'esposizione universale del 2015 è un riconoscimento importante a Milano e all'Italia ed è la prova che quando il Paese si muove unito riesce a raggiungere grandi risultati". Lo ha dichiarato Walter Veltroni, candidato premier del Partito democratico. "Per Milano città dell'Expò si sono mossi all'unisono il governo e le amministrazioni locali, senza distinzione. Anche Roma - conclude Veltroni - ha fatto la sua parte durante il mio impegno di sindaco sostenendo la candidatura milanese. Non posso che gioire del risultato raggiunto".

"L'assegnazione a Milano dell'Expo 2015 è una boccata di ossigeno per il nostro paese che in questo momento purtroppo è nell'immaginario collettivo internazionale il paese sotto l'immondizia". Lo ha detto il leader del Pdl Silvio Berlusconi, al suo arrivo a Torino per una manifestazione elettorale. "È una bellissima vittoria - ha aggiunto - ho fatto i complimenti per telefono alla signora Moratti, al nostro bravissimo sindaco, e lei mi ha ringraziato per il sostegno che ha definito fondamentale per il fatto che io su sua regia sono sceso in campo con gli amici che ho avuto in diversi paesi in certi casi cambiando addirittura quella che era la loro decisione di voto".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016