Excite

Feci nella scheda elettorale, 27enne denunciato in provincia di Bari

  • Getty Images

Sono tanti gli episodi più o meno curiosi che ad ogni appuntamento col voto consegnano alle cronache prodezze di questo o quell’elettore “deluso” dalla politica, locale e nazionale.

Selfie in cabina elettorale: vota M5S a Lisbona e posta la foto su Facebook

Quanto accaduto all’interno di un seggio in provincia di Bari, precisamente a Corato, va ben al di là delle normali manifestazioni di protesta di cittadini pronti a fare un dispetto ai candidati, con scritte e gesti di protesta nel segreto dell’urna.

Resterà degli annali della storia delle elezioni, non certo in chiave positiva, l’iniziativa presa da un votante pugliese di 27 anni, capace di rimediare una denuncia per atti contrari alla pubblica decenza e danneggiamento aggravato della cosa pubblica per una bravata scoperta immediatamente dai componenti della sezione: il ragazzo, prima di consegnare al presidente le due schede, una per le amministrative e l’altra per le Europee 2014, ha pensato bene di imbrattare il materiale elettorale con le proprie feci.

Elezioni Europee 2014, i risultati definitivi: Pd oltre il 40% e M5S al 21,1%. Male Forza Italia, ok Lega e Tsipras

Il cattivo odore emanato a distanza dalla scheda sporcata e poi chiusa dal giovane barese ha indotto i componenti del seggio a fermare la persona, chiamando la polizia per procedere all’identificazione del soggetto, poi denunciato per le violazioni di legge commesse in sede di voto. L’urna, dopo pochi minuti, è stata rimossa e sostituita dietro richiesta degli scrutatori e della presidenza del seggio.

Al termine dello spoglio, infine, il contenitore delle schede “profanato” dallo squilibrato di turno è stato consegnato alle forze dell’ordine, come corpo del reato. La realtà, anche nelle situazioni più serie, supera di gran lunga la fantasia e regala abbondante materiale al popolo del web per scatenarsi nell’arte dell’ironia e in questo particolarissimo caso della satira politica.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017