Excite

Federica Gagliardi arrestata per droga: l'ex dama bianca di Berlusconi fermata con 24 kg di cocaina in valigia

E' stata fermata all'aeroporto di Fiumicino dalla Guardia di finanza di Napoli con ben 24 chili di cocaina nascosti nella valigia: mai soprannome fu più azzeccato per Federica Gagliardi, 32 anni, soprannominata "la dama bianca" durante il G8 di Toronto in Canada. All'epoca era insieme al premier Silvio Berlusconi e attirò l'attenzione della stampa quando scese dalla scaletta dell'Airbus presidenziale vestita completamente di bianco insieme al resto della delegazione.

Silvio Berlusconi smentisce il matrimonio con Francesca Pascale: "Sono troppo vecchio"

Francesca Gagliardi è stata fermata di ritorno da un viaggio in Venezuela: si sarebbe imbarcata a Caracas con la cocaina nel trolley e nello zainetto. A quanto si è appreso aveva in programma di prendere un treno per Napoli dove, secondo gli investigatori, avrebbe dovuto consegnare il quantitativo ingente si stupefacenti ad emissari della camorra. Gli investigatori del nucleo di polizia tributaria, coordinati dal colonnello Nicola Altiero, sono al lavoro per esaminare gli spostamenti della Gagliardi, verificando il passaporto e altri documenti per scoprire se abbia effettuato anche altri viaggi in America Latina.

"Mi hanno fregata" avrebbe dichiarato la donna ai militari della Guardia di Finanza che l'hanno fermata all'aeroporto di Fiumicino: al suo avvocato ha riferito di essere stata incastrata da qualcuno che le avrebbe messo la droga nei bagagli a sua insaputa. Il gip ha convalidato l'arresto in flagranza e il sequestro dei 24 kii di cocaina: ora Francesca Gagliardi è nel carcere di Civitavecchia.

Un passato da modella, una laurea in giurispridenza e la gavetta in uno studio legale, poi l'impegno in politica come membro del comitato elettorale dell'ex presidente della Regione Lazio Renata Polverini, la Gagliardi fu definita la misteriosa "Barbie" che col suo fascino era riuscita ad imporre la sua presenza nella delegazione nazionale del summit del 2010 come "sostituta segretaria".

Passata da una candidatura alle amministrative con l’Idv di Antonio Di Pietro nel 2008 a collaborazioni con lo staff della seconda giunta Veltroni a Roma, fino alla vecchia An e poi al comitato Polverini, la Gagliardi si scagliò contro la stampa che l'aveva etichettata come una delle tante presenze femminili dell'harem di Berlusconi: "Non sono un’oca, né una dama, né una tenera. È chiaro?" disse perentoria al settimanale Oggi rispondendo per la prima volta alle polemiche per la presenza al G8 in Canada, durante le quali il suo nome era entrato nella rosa delle possibile fidanzate di Silvio Berlusconi.

Associata erroneamente allo scandalo delle "Olgettine" quando il caso Ruby stava esplodendo in tutta la sua forza giudiziaria e mediatica, ha preso le distanze dall'entourage berlusconiano per finire a collaborare col Centro Democratico di Tabacci. Nel 2013, ufficialmente in servizio nella segreteria del Segretario generale della Regione Lazio, ha collaborato informalmente col suo staff alla campagna per le primarie fino alle Regionali del Lazio e alle elezioni Politiche. Per molti mesi aveva fatto perdere le sue tracce, fino alla notizia del suo arresto per possesso di droga a Roma.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017