Excite

Ferrara-Mentana, lite in diretta a Bersaglio Mobile: "In questo cesso non ci metto più piede"

  • La7.it

Nervi tesi a Bersaglio mobile su La7: nella puntata speciale di mercoledì 12 giugno dedicata al "Caso Bisignani", un duro scontro verbale tra il conduttore Enrico Mentana e Giuliano Ferrara ha animato la discussione in studio. Tema della puntata, l'intervista al faccendiere Luigi Bisignani, uno degli uomini più influenti del panorama politico italiano, coinvolto a vario titolo in molte vicende oscure della storia del Paese e ora a processo a Napoli per la cosiddetta loggia P4, che da poco ha pubblicato il libro L'uomo che sussurra ai potenti.

La7, la vendita va a Urbano Cairo

A scatenare la lite in diretta tv, uno scatto d'ira di Ferrara che interrompe il direttore del TgLa7 mentre parla con gli altri ospiti: "Fammi parlare, se fai come Santoro piglio e me ne vado". Mentana risponde semiserio: "Ma quand'è che sei andato via da Santoro tu?". Ma poco dopo i toni si fanno più duri, Ferrara protesta perché il conduttore, a suo giudizio, non lo lascia parlare a sufficienza e rispondere ai colleghi che lo interpellano: "Sto parlando, quando finisco intervieni, stai zitto", risponde secco Mentana.

E così comincia lo show di Ferrara, uno di quelli cui ha abituato il pubblico ormai da tempo: "Fammi parlare, non rompere i coglioni tu non devi permetterti di mettermi a tacere, hai capito?". Stanco dei toni di Ferrara, Mentana lo invita a stare zitto, mentre il suo ospite promette di non farsi più vedere negli studi di La7: "E' l'ultima volta che metto il piede in questo cesso, dove si fanno questi pettegolezzi del cazzo". "Puoi andare anche adesso", dice Mentana. Ma il direttore del Foglio sceglie di restare: "Non vado, sto qui a rompere i coglioni".

Ma l'ira di Ferrara è tutt'altro che placata. Sempre rivolto a Mentana: "Ma dai, ipocrita, parlaci di Montezemolo, invece di parlarci di Bisignani, di tutta la tua carriera con Berlusconi e con Tarak Ben Ammar. Ma a chi vuoi far credere di essere l'arbitro della scena giornalistica italiana?". Il clima si surriscalda quando Mentana si avvicina a Ferrara e gli intima di andarsene: "Ma ipocrita a chi? Vai Vai.. fammi il piacere. Qui l'unica unica persona che alza la voce e offende gli altri sei tu e te ne devi rendere conto. Non c'è nessuna ipocrisia, si sta parlando di tutto e di tutti". E Mentana ricorda anche di non aver mai incontrato Tarak Ben Ammar, il finanziere ed imprenditore franco-tunisino che fa parte del Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia, fino a qualche tempo fa editore di La7, ed ex socio di Silvio Berlusconi.

Il direttore del TgLa7, nello scontro con Ferrara, incassa anche l'appoggio degli altri giornalisti presenti, Marco Damilano de L'Espresso e Peter Gomez del Fatto quotidiano: "Siamo giornalisti, stiamo raccontando dei fatti, non vuol dire fare gli arbitri, capisco che i fatti disturbino le tue opinioni, ma dobbiamo darne conto" replica Gomez al direttore del Foglio. Che durante il resto della trasmissione non risparmia sfottò allo stesso Gomez e ironie su Damilano (invitandolo a "mettersi nudo come vuole la Soncini" in memoria di un hashtag nato da un tweet della giornalista Guia Soncini durante il programma tv Gazebo di Rai3).

Lite Ferrara-Mentana a Bersaglio mobile su La7

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017