Excite

Festa della Repubblica 2 giugno 2013: sobrietà e niente Frecce Tricolori

  • YouTube

Giorgo Napolitano l'ha ancora ribadito ieri nel suo discorso in occasione del 2 giugno, ma che la tradizionale parata a Roma per celebrare le Forze Armate italiane nel giorno della Festa della Repubblica sarebbe stata sobria e senza eccessi si sapeva già da tempo. Così, oggi, a sfilare ai Fori Imperiali ci sono 3.300 tra militari e civili, ma niente sistemi d'arma (cioè carri armati e blindati), né cavalli, né - soprattutto - Frecce Tricolori. Il tradizionale volo con scia bianca, rossa e verde sul Vittoriano, infatti, è stato abolito, in ottemperanza a quanto previsto dalla spending review.

Napolitano nel messaggio per la Festa della Repubblica avvisa i partiti: "Vigilerò perché non perdiate tempo"

La giornata di commemorazione è iniziata alle 9.15 in piazza Venezia, quando il Capo dello Stato, insieme al premier Enrico Letta, al Presidente del Senato Pietro Grasso e a quello della Camera Laura Boldrini, ha deposto una corona d'alloro ai piedi del Sacello del milite ignoto. Napolitano si è quindi messo in viaggio per arrivare, alle 9.55, ai Fori Imperiali, dove alle 10 è iniziata la parata, che durerà fino alle 11.

Tema della sfilata del 2013 Le Forze armate al servizio del Paese, con un programma che prevede sette blocchi distinti: le bandiere e degli stendardi delle nazioni amiche e alleate e degli organismi internazionali, poi l'Esercito, la Marina, l'Aeronautica e l'Arma dei carabinieri, i Corpi militari e ausiliari dello Stato e da ultimo i Corpi armati e non armati dello Stato. Al termine della parata, nel pomeriggio dalle 15 alle 19, i festeggiamenti continueranno ai Giardini del Quirinale, per l'occasione aperti al pubblico, con una serie di concerti eseguiti dai complessi bandistici dei diversi corpi militari, dall'Arma dei Carabinieri alla Polizia di Stato.

Per garantire lo svolgimento in sicurezza della parata, l'amministrazione di Roma ha creato una zona rossa che comprende tutta l'area del Colosseo, dei Fori Imperiali, dei Mercati Traianei e dell'Altare della Patria, provvedendo contestualmente a deviare e/o a sopprimere fermate e linee di bus e metro. In particolare, i pullman 75, 80, 85, 87, 175 e 110 percorreranno tragitti alternativi per l'intera giornata, mentre dalle 5.30 a fine manifestazione saranno chiuse le fermate della metro Colosseo e Circo Massimo: i treni transiteranno senza passare. Dalle 9 alle 13, infine, saranno interdetti al traffico viale Terme di Caracalla, piazza Porta Capena, via S. Gregorio, via Celio Vibenna, piazza del Colosseo, piazza Venezia, via del Teatro Marcello, via Petroselli, piazza Bocca della Verità, via del Circo Massimo e piazza Porta Capena e, per permettere il passaggio del corteo presidenziale, temporaneamente anche via Cesare Battisti, via IV Novembre, via XXIV maggio.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017