Excite

Unità d'Italia, Calderoli dice no alla festa del 17 marzo

Per le celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia il governo ha stabilito che il prossimo 17 marzo sarà festa nazionale, ma tale festività ha suscitato e sta suscitando molteplici polemiche. L'ultima, in ordine di tempo, è quella del ministro per la semplificazione normativa, Roberto Calderoli.

Il ministro leghista è, infatti, contrario alla chiusura degli uffici il prossimo 17 marzo. Calderoli ha spiegato: 'Ho votato contro, a suo tempo, in Consiglio dei Ministri e sono e resto completamente contrario al fatto che l'attribuzione delle caratteristiche di festività nazionale, conferita alla data del 17 di marzo, comporti la chiusura di molti uffici pubblici'.

Il ministro ha poi aggiunto: 'In un periodo di crisi come quello attuale appare paradossale caricarsi dei costi di una giornata festiva, un evento significativo quale il 150esimo dell'Unità d'Italia può essere celebrato degnamente lavorando e non restando a casa. La chiusura di una parte degli uffici pubblici rischia, infatti, di ricadere poi sulle attività lavorative private, con possibili danni di miliardi di euro, non soltanto in relazione al singolo giorno perso per via della festività ma per le possibilità di 'ponte' che si verrebbero a creare conseguentemente'.

Calderoli è intenzionato ad affrontare la questione del 17 marzo oggi in Consiglio dei Ministri, dove si discuterà di una serie di proposte per il rilancio dell'economia e dell'impresa. Secondo il ministro leghista è necessario fare 'assoluta chiarezza su questa festività e soprattutto sull'eventuale chiusura o meno degli uffici pubblici'.

Del resto, la festività del 17 marzo non piace neppure agli industriali. Alcuni giorni fa il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, aveva espresso dubbi circa l'opportunità di chiudere i luoghi di lavoro in occasione dell'anniversario. Secondo la Marcegaglia 'in un momento come questo un onere di 4 miliardi di euro per le imprese non è forse la cosa migliore per la loro crescita'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016