Excite

Finanziaria 2007, i punti principali

Una Finanziaria da 33,4 miliardi di euro. Una manovra che fa discutere: il Premier la difende perchè fatta per aiutare le fasce sociali più deboli, l'opposizione la contesta dichiarandosi pronta a scendere in piazza.
Ecco i punti fondamentali.

Irpef
Le aliquote da 4 diventano 5: 23% fino a 15 mila euro di reddito, 27% fino ai 28 mila, 38% fino a 55 mila, 41% fino a 75 mila e 43% oltre i 75 mila euro. Secondo gli uffici del viceministro per l'Economia, Vincenzo Visco questo porta a una riduzione delle imposte per oltre il 90% dei contribuenti italiani con un reddito inferiore ai 40 mila euro l'anno.

Alcolici
La novità è il divieto assoluto di vendita di prodotti alcolici negli autogrill sulle autostrade e in qualunque esercizio commerciale di vendere tali prodotti ai minorenni.

Detrazioni
Le novità sulle detrazioni riguardano in particolar modo le fasce più deboli.
Per i giovani dai 5 ai 18 anni è prevista una detrazione fino a 210 euro per le spese di abbonamento a palestre o impianti sportivi;
le famiglie con figli a carico usufruiranno di uno sgravio fiscale di 800 euro all'anno, che diventano 900 se i figli hanno meno di 3 anni. Le detrazioni diminuiscono con l'aumentare del reddito;
gli studenti fuori sede potranno detrarre il 19% (fino a un massimo di 500 euro) del canone di locazione.

Sanità
Stanziati 97 mila euro per il sistema sanitario per cui verrano introdotti dei ticket a cifra fissa per coloro che si presentano al pronto soccorso senza evidente urgenza (18 euro per gli esami clinici e 23 euro per le visite). Nessuna modifica per chi è già esente da ticket. Le regioni che non riusciranno a mantenersi entro le quote stabilite dovranno introdurre il ticket anche sui medicinali.

Rottamazione
Introdotti i bonus per la rottamazione di frigoriferi inquininati e per le vecchie caldaie. Sul frigorifero si potrà detrarre il 20% (fino a un massimo di 200 euro).

Cuneo fiscale
Prevista la riduzione degli oneri fiscali per imprese e lavoratori per un totale di circa 9 miliardi di euro. Nel 2007 verrà attuata in due fasi, a febbraio e a luglio.

Pensioni e Tfr
Per il momento interventi in materia sono stati rimandati al prossimo anno. Prevista solo la chiusura di una delle quattro "finestre" annuali di pensionamento.
La riforma del Tfr rimane quella approvata dal precedente governo ed entrerà in vigore a metà del 2007 quando i lavoratori dovranno decidere come utilizzare la liquidazione. Nel caso in cui il lavoratore decidesse di non versare la liquidazione nei fondi pensione, la cifra non rimarrà nelle casse dell'azienda, ma andrà versata all'Inps.

Cosa ne pensate?

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016