Excite

Finanziaria: gli aggiornamenti

Riprende alla Camera l'esame della manovra Finanziaria. Le nuove decisioni riguardano l'Irpef comunale, il ticket sul pronto soccorso e la ricerca. Ecco i punti nel dettaglio.

Addizionale comunale
Questa mattina alla Camera è stato approvato l'innalzamento del valore massimo dell'Irpef comunale che dal 2005 era stato fissato allo 0,5% e che è stato portato allo 0,8%. La tassa deve essere versata nel comune di residenza il 1 gennaio dell'anno (non più il 31 dicembre) e verrà calcolata dal datore di lavoro in base alla fascia di reddito del dipendente.

Ticket pronto soccorso
L'emendamento approvato alla Camera farà scendere il ticket sul pronto soccorso. Il Ministero della Salute spiega che, mentre prima le quote erano divise in 23 euro (per il codice bianco) e 41 euro (per il codice verde), con il nuovo emendamento la quota diventa unica, pari a 27 euro. Inoltre verranno esentati dal pagamento del ticket i bambini fino a 14 anni di età indipendentemente dal reddito di famiglia.

Università e ricerca
Stanziati per il prossimo triennio 177,5 milioni di euro per le assunzioni all'interno delle università e di 37,5 milioni per quelle negli enti di ricerca. Il ministro dell' Università avvia dunque un reclutamento straordinario di ricercatori con "criteri di valutazione dei titoli didattici e dell'attività di ricerca, garantendo celerità, trasparenza e allineamento agli standard internazionali". Bando di concorso straordinario previsto anche per i ricercatori degli enti di ricerca pubblici che valuterà "i pregressi rapporti di lavoro, i titoli scientifici e l'attività di ricerca svolta".
Inoltre sono stati stanziati 20 milioni di euro nel 2007 e altri 30 nel 2008 per la "stabilizzazione di ricercatori, tecnologi e personale impiegato in attività di ricerca" e per l'assunzione di chi ha già vinto un concorso. Il provvedimento si pone come una sorta di fondo costituito per limitare la "fuga dei cervelli" all'estero e dei precari che lavorano nella ricerca.

Il premio Nobel, Rita Levi Montalcini, è rimasta piacevolmente colpita da questo provvedimento, tanto che ha dichiarato: Se è come spero sarei molto contenta e ritirerei la minaccia di non votare la manovra. Si tratterebbe di una svolta.

Tassa di soggiorno
Nell'ambito turistico è ancora in via di definizione la tassa di soggiorno che, secondo Massimo Donaldi dell'Italia dei Valori, andrebbe riformulata non solo per chi soggiorna in albergo, ma anche per chi si ferma in città per un giorno solo.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016