Excite

Fini, immersione vietata a Giannutri

"Un tuffo dove l'acqua è più blu, niente di più". Sarebbe comodo per il presidente della Camera, beccato a fare immersioni in una riserva naturale vietata ai sub, cavarsela con le parole di Battisti.

Guarda le foto dell'immersione vietata di Gianfranco Fini a Giannutri

Fini, armato di muta e bombole, si è immerso di fronte alla costa dei Grottoni, una zona off limits della riserva marina di Giannutri e, come se non bastasse, si trovava a bordo di un'imbarcazione dei vigili del fuoco.

Legambiente, prima denunciataria dell'accaduto, ha subito richiesto spiegazioni al presidente del Parco dell'Arcipelago toscano Mario Tozzi, che ha negato di aver rilasciato autorizzazioni "speciali" e ha parlato della possibilità di una multa di alcune centinaia di euro. Multa che Fini si è detto subito pronto a pagare. Nella lettera al presidente del Parco, Legambiente ha chiesto informazioni dopo aver notato "una imbarcazione dei Vigili del Fuoco, in navigazione e stazionamento, che prestava a quanto pare anche assistenza a subacquei dotati di autorespiratori, in un'area interdetta a qualsiasi attività che non sia di carattere scientifico o per dirette esigenze dell'Ente Parco. Inoltre la stessa area, a terra e a mare è una Zona di protezione speciale in base alla Direttiva Ue uccelli".

Tozzi: "L'Ente parco dell'Arcipelago toscano non ha ricevuto nessuna richiesta di autorizzazione per svolgere immersioni nella zona 1 di Giannutri, un'area marina totalmente protetta dove si può accedere solo per motivi scientifici. Ma anche se fosse arrivata, avremmo negato il permesso". Per esaminare la vicenda, il presidente riunirà presto gli organismi direttivi dell'Ente parco. Il rischio è quello di un'ammenda di alcune centinaia di euro. "Mi sembra di cattivo esempio - ha poi osservato Tozzi - per la terza carica dello Stato violare un divieto servendosi di un mezzo dei vigili del fuoco".

Fini, attraverso il suo portavoce, ha fatto sapere di non avere "alcuna difficoltà a commentare una colpevole leggerezza". Insomma, il presidente della Camera, spiega il suo portavoce, non conosceva esattamente i confini dell'area protetta e pensava che l'immersione si svolgesse nell'area 2 dove sarebbe stata autorizzata. "Conveniamo con il presidente dell'Ente parco sul fatto che è inevitabile una sanzione amministrativa - conclude Alfano - e sul dovere di pagarla".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016