Excite

Fini-Feltri, ancora polemiche sulla casa a Montecarlo

Continua il botta e risposta tra Gianfranco Fini e Vittorio Feltri, ormai ai ferri corti a seguito della continua pubblicazione da parte del Giornale di testimonianze, atti e documenti che Fini definisce falsi.

Tutto ovviamente riguarda la casa di Montecarlo su cui si indaga da qualche tempo e stavolta a provocare la reazione sdegnata del Presidente della Camera è stata la testimonianza di Giorgio Mereto, titolare di una società di trading petrolifero che risiede a Montecarlo e che ha raccontato di una visita di Fini nel Principato a Natale del 2009: 'si era scatenata una gran confusione fuori dal palazzo, con un notevole spiegamento della polizia monegasca. C'era Fini e anche quella signora bionda'.

Tramite Fabrizio Alfano Gianfranco Fini aveva immediatemente replicato: 'c'è da chiedersi per quale motivo chi ha il dovere di riscontrare la veridicità di una notizia trascuri sistematicamente di farlo. Viene quasi il dubbio che vi sia, a monte, la volontà di immettere nel circuito mediatico illazioni, sospetti e accuse' aggiungendo che 'quando l'informazione viene degradata a licenza di diffondere plateali falsità e pettegolezzi per offendere un avversario politico anche sul piano personale e familiare, significa che l'inchiesta giornalistica è degenerata in volgare telenovela. Il presidente Fini non intende contribuire a scrivere le nuove puntate. Una puntuale e dettagliata ricostruzione dei fatti sarà offerta nelle sedi competenti (consiglio dell'Ordine e tribunali), dove sarà Feltri a dover fornire tutte le spiegazioni'.

E lo stesso Feltri non è stato a guardare dicendo la sua: 'le accuse di Fini sono totalmente infondate. La testimonianza non è di un Pinco Pallino, ma dell'ingegner Mereto, e non c'è motivo di sospettare che l'ingegnere non abbia detto la verità visto che si è esposto con nome e cognome. Quanto alle scorte, con le quali abbiamo una certa dimestichezza, tutti sanno che non è obbligatorio usarle'.

Ma la faccenda si complica quando proprio Giorgio Mereto accusa Feltri e il Giornale di aver pubblicato falsità: 'le dichiarazioni attribuitemi nel virgolettato non corrispondono a quanto da me dichiarato alla presenza di testimoni. Ho dato mandato ai miei legali di intraprendere ogni azione a tutela della mia immagine'.

Anche in questo caso Vittorio Feltri reagisce con veemenza sostenendo che 'la conversazione è stata registrata' e pubblicandola questa mattina.

E la deriva dell'informazione verso il gossip spicciolo, ormai, è davvero totale.

(foto @LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016