Excite

Flavio Briatore non entrerà in politica con Berlusconi: "Ne resto fuori"

Flavio Briatore risponde picche. Non sappiamo se l'invito sia effettivamente arrivato in modo ufficiale, ma l'ex manager della Formula 1 ha smentito l'intenzione di candidarsi alle prossime elezioni politiche al fianco di Silvio Berlusconi. La suggestione era stata lanciata dal quotidiano La Stampa: una lista civica fatta di imprenditori, dirigenti, personalità di spicco del mondo dell'industria tale da rappresentare il cosiddetto elettorato dei moderati. L'idea sarebbe di Silvio Berlusconi, che dopo un tam tam infinito sulla sua candidatura e sulle sorti del Pdl avrebbe pensato di coinvolgere una figura popolare come quella di Briatore nel progetto di un movimento per le elezioni del 2013.

Briatore preferisce Renzi ad Alfano: guarda il video

Il celebre proprietario del Billionaire nell'ultimo periodo era parso molto coinvolto dalle questioni politiche ed economiche del momento: tra critiche all'incapacità della classe politica, vaghe alusioni ad un suo ruolo di Ministro del Turismo ed una specie di endorsement a favore del candidato alle primarie Matteo Renzi, Briatore non si lascia sfggire un'occasione per manifestare la sua opinione, ma senza per questo ambire ad una poltrona in Parlamento.

Briatore al telefono con la Santanchè: "Berlusconi è malato"

Così, dopo la notizia di un progetto di lista civica che lo avrebbe visto a capo di un gruppo di imprenditori pronti al grande salto in politica, Briatore ha smentito qualsiasi intenzione di candidarsi alle elezioni e lo ha fatto in maniera netta. "Garantisco che la politica è una cosa attraente e piacevole ma vista da fuori, io non entrerò in politica - ha dichiarato Flavio Briatore al programma La Politica nel Pallone su Gr Parlamento - E' una cosa che mi interessa e tutti possiamo avere opinioni e parlarne, ma essere coinvolti è un'altra storia. La politica dovrebbe essere fatta da gente che ha la passione, i politici dovrebbero essere quelli che ti fanno vincere i mondiali, e non mi sembra sia così adesso".

Personaggio noto alle cronache rosa (ed anche a quelle giudiziarie), Briatore si trova forse più a suo agio nelle vesti di Boss nel reality The Apprentice in onda su Cielo tv. La politica, invece, non si colloca tra le sue priorità. Eppure la notizia era sembrata piuttosto verosimile: secondo La Stampa, se ne sarebbe discusso venerdì a Palazzo Grazioli, in un incontro tra Berlusconi e i fedelissimi Gianni Letta, Angelino Alfano, il direttore del Foglio Giuliano Ferrara e la parlamentare Pdl Mariarosaria Rossi. Tutti insieme per discutere del destino del Pdl e dell'evoluzione verso un movimento o una lista civica da presentare alle nuove elezioni. A deporre a favore del sodalizio politico con Briatore, anche la recente vacanza del Cavaliere nella mastodontica villa in Kenia dell'amico imprenditore: un viaggio ristoratore in cui Berlusconi ha ritrovato la forma e meditato sul suo futuro politico.

Almeno per ora, dunque, Briatore esclude di schierarsi politicamente. Una scelta ribadita chiaramente anche su Twitter: "Fare la politica è invece un mestiere che non mi appassiona (...) Come tutti, ho idee e speranze per un’Italia migliore. Dirle è una libertà a cui non rinuncio. Metterle in atto è compito che lascio a altri". Con buona pace di Silvio Berlusconi, che dovrà tirare fuori qualcos'altro dal suo cilindro per le prossime elezioni.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017