Excite

Formigoni, Renzi e Casaleggio: la politica vista da Maurizio Crozza

  • Youtube

C'è tanta politica nel nuovo show di Maurizio Crozza: la satira del comico genovese non risparmia proprio nessuno e ci regala un viaggio tra i personaggi del momento con il suo Crozza nel paese delle meraviglie, in onda ogni venerdì su La7 a partire dal 19 ottobre. E come sempre a farla da padrone sono i leader politici che si danno battaglia in vista della campagna elettorale o quelli che cercano in tutti i modi di restarea galla nonostante gli scandali giudiziari.

Maurizio Crozza imita Roberto Fromigoni: guarda il video

Così, tra un'imitazione di Antonio Conte ed una parodia di Flavio Briatore, ecco spuntare il sindaco Firenze, il candidato alle primarie del centrosinistra Matteo Renzi. E Crozza punta soprattutto sull'età, sull'aspetto da giovane leva della politica che tanto sta a cuore al rottamatore del Pd: "Salve so' Matteo Renzi. Piaccio talmente tanto che sono gli iPhone 5 a fare la fila per me". Impegnato a girare l'Ialia col suo camper, Renzi ormai si vede un po' ovunque e sempre meno nella sua città. Quindi, si chiede ironico Crozza, "mentre lui è fuori, il sindaco di Firenze chi lo fa, il suo orsacchiotto?".

Crozza e Formigoni litigano a Ballarò: guarda il video

Ma se Renzi è la novità del sistema partitico, fuori dalla politica tradizionale c'è Beppe Grillo, l'altro outsider del momento. La differenza tra i due? Semplice. Per Crozza è tutta una questione di ambizioni: "Grillo vuole annientare tutti i partiti, Renzi è più contenuto: vuole annientare solo il suo". Come non proporre poi la novità assoluta di quest'anno, l'imitazione del guru Gianroberto Casaleggio, il manager dipinto dai giornali come il grande burattinaio del Movimento 5 Stelle, definito per la somiglianza impressionante il sosia di Robert Plant dei Led Zeppelin. Noto per i suoi proclami catastrofisti, Casaleggio-Crozza mette le sue inquetanti profezie in musica sulle note di No woman no cry: "Nel 3000 Cristo tornerà sulla terra, ma solo per dire: non contate su di me!". E poi ancora: "Nel 2025 tutte le lavatrici restituiranno i calzini smarriti (...) il sesso sarà virtuale e le porte usb diventeranno più grandi". E anche Renzi, come Grillo, ha il suo vate: si tratta di Giorgio Gori, ex manager di Magnolia e ideatore di format come il Grande Fratello e L'isola dei famosi: "Gori ha portato prima 10 disperati in una casa,poi 12 disperati in un'isola e ora vuole portare 60 milioni di disperati in una penisola".

Ma tra il nuovo che avanza non poteva mancare il vecchio che resiste: Crozza dà vita ad uno spettacolare Roberto Formigoni, alle prese con le domande dei giornalisti sugli scandali della Regione Lombardia ("Ma queste domande non le deve rivolgere a me, le deve fare a lui... al Pirellone!"). Giacca arancione d'ordinanza e piglio perennemente superbo, il governatore non smette di dare dello sfigato a chiunque osi criticarlo per la storia delle ferie pagate da Daccò e racconta sorridente che nella vita avrebbe voluto fare il "collaudatore di vacanze". Perchè lui di vacanze se ne intende, visto che è un habituè dei Caraibi, come i famosi pirati della Disney: "Tra l'altro io e Jack Sparrow abbiamo molte cose in comune, tra cui le camice...". E poi la previsione sulla tenuta della legislatura: se crolla Formigoni, crollano pure Piemonte, Veneto e perfino l'Alsazia.

Insomma, gli spunti per la satira non mancano e Crozza li ha centrati tutti. Non solo a partire dalla politica, che è sempre un vivaio strepitoso di personaggi, ma anche dai fatti di costume come i tormentoni musicali. Così un esilarante Pulcino pio in chiave gitana diventa l'occasione per fare un ritratto lucido e impietoso del nostro "paese delle meraviglie" al grido di "In Italia c'è un casino e vi fate ipnotisar dal pulcino Pio".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017