Excite

Formigoni, vacanze alle Antille: nuove rivelazioni da L'Espresso

  • Infophoto

Il record olimpico (dato il periodo) di vacanze-regalo a Roberto Formigoni è senza dubbio di Pierluigi Daccò, ma a quanto pare il faccendiere ciellino non era il solo che elargiva doni al governatore della Lombardia. L'Espresso ha infatti ricostruito un altro giro di viaggi e benefit 'regalati' a Formigoni da Massimo Ponzoni, ex assessore e poi sottosegretario della sua giunta, agli arresti da gennaio 2012.

Formigoni: da Daccò soldi per Comunione e Liberazione

A scoperchiare questo nuovo vaso di Pandora è il processo di Monza che vede imputato il politico di corruzione e bancarotta, in seguito alle rivelazioni del commercialista che per cinque anni è stato l'amministratore e prestanome delle sue attività, Sergio Pennati. Convinto di essere in pericolo di vita - ai magistrati ha detto di aver ricevuto "minacce in stile mafioso da Ponzoni" - Pennati nel 2009 chiude in cassaforte un memoriale, destinato a moglie e figli, in cui ha annotato meticolosamente tutte le operazioni svolte per conto del suo 'capo', tra cui, oltre alla distrazione di ingenti capitali, risultano anche diverse regalie a Formigoni.

In prima istanza, Ponzoni si trova a rispondere solo dei soldi sottratti a società dichiarate fallite e per quello viene arrestato, ma ora l'accusa ha presentato la documentazione relativa all'uso di quel denaro e, a quanto scrive L'Espresso, l'ex sottosegretario non ha smentito nulla.

E' così venuto fuori che per la Pasqua del 2007 Ponzoni ha organizzato una vacanza extra-lusso a Saint Barthélemy, un'isola delle Antille francesi, scegliendo una sistemazione da 2.143 dollari a notte per 10 giorni. Una villa da quattro camere, quattro bagni, piscina, fitness e terrazze sul mare che, secondo la ricostruzione di Pennati, avrebbe dovuto ospitare anche Roberto Formigoni.

L'Espresso ha provato a contattare l'agenzia immobiliare che si è occupata della locazione per avere conferma dell'eventuale presenza del governatore, ma il personale si è appellato alla "privacy dei clienti". Dunque non è detto che Formigoni sia poi effettivamente andato, ma resta invece il fatto che Ponzoni ha pagato 23.572 dollari per l'affitto della villa, 'addebitandoli' sul conto di una società in bancarotta.

Formigoni e il lapsus sui 'milioni'

Il giornale riporta anche che "fonti vicinissime all'ex assessore" confermano che "Ponzoni e Formigoni hanno fatto molte vacanze insieme" - citando il ponte di Sant'Ambrogio 2011 a Sankt Moritz - e che tra i regali fatti dal politico al presidente della regione Lombardia ci sarebbe pure un vaso da 10 mila euro, "donato a Formigoni per il Natale 2006". A confermarlo è ancora una volta Pennati, raccontando che "un certo Willy, segretario del governatore", fece vedere all'ex assessore "in una cristalleria di Varedo, quale oggetto Formigoni poteva gradire". Ricostruzione avvalorata dall'ammissione di Ponzoni di avere utilizzato i 10 mila euro - scaricati sulla solita società fallita - "per un regalo per il presidente Formigoni".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016