Excite

Forza Dudù, il sito del cane di Berlusconi presto online: caccia al voto animalista

  • Getty Images

Sarà la difesa dei diritti degli animali, partendo dal “buon esempio” del cane Dudù, uno dei cavalli di battaglia della nuova Forza Italia, in vista della prossima campagna elettorale.

Dudù: il barboncino più famoso d'Italia, impazza sul web

L’idea, filtrata su qualche giornale in queste ore ma anticipata a livello di indiscrezione durante una recente puntata della trasmissione radiofonica La Zanzara, potrebbe consentire a Silvio Berlusconi e i suoi di conquistare la simpatia di una parte dell’elettorato animalista, monitorato tramite ricerche demoscopiche dallo staff del Cavaliere nelle scorse settimane.

Sulla scorta della popolarità del barboncino bianco portato a Palazzo Grazioli da Francesca Pascale, si proverà quindi a “sfondare” nel campo dell’animalismo, offrendo attenzione e sostegno concreto ai tanti proprietari di cani e gatti presenti sul territorio nazionale, anche attraverso un’apertura dei circoli e delle strutture di partito alle esigenze di chiunque possieda un amico a quattro zampe.

Primo passo in questa direzione, il lancio sul web di “Forza Dudù”, opera dell’imprenditore di comprovata fede berlusconiana Diego Volpe Pasini, su input del leader forzista, ormai convertito definitivamente ai nuovi strumenti di comunicazione alternativi a tv e stampa.

Sempre al programma di Radio 24 condotto da Cruciani e Parenzo, il promotore del sito dedicato al cane della coppia Berlusconi-Pascale ha raccontato di aver depositato il dominio subito dopo aver ascoltato l’annuncio del numero uno di Forza Italia riguardo alla volontà di far sbarcare sulla rete il fenomeno Dudù per entrare in sintonia con tanti italiani affezionati al proprio animale di famiglia.

Dietro le quinte, assicurano i più informati, grande è l’attivismo dell’ex ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, presidente della Leidaa e protagonista di svariate battaglie a favore di cani, gatti ed altri “esseri senzienti” non sempre tutelati dalla legge: pare sia stata proprio la parlamentare lombarda a suggerire al suo leader questa svolta, alla luce del fatto che “più della metà dei cittadini considera come componenti della famiglia gli animali domestici, che di fatto hanno pertanto un ruolo fondamentale nella vita di una percentuale non minoritaria di italiani.

Sondaggi alla mano, il progetto animalista potrebbe aprire alla rinata Forza Italia nuovi interessanti orizzonti in termini di appeal elettorale, traducendo in voti sonanti la simpatia del quadrupede di casa Berlusconi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017