Excite

Forza Italia 2, Berlusconi prepara il ritorno: nuovi manifesti elettorali a Milano

  • ForzaSilvio.it

Le mosse del Pdl dopo la sentenza di condanna in via definitiva per Silvio Berlusconi fanno già presagire per le prossime settimane un clima da campagna elettorale: la conferma dell'annunciato ritorno a Forza Italia per settembre, in una versione moderna e rinnovata stile 2.0, arriva dalle strade di Milano, dove sono apparsi i primi manifesti 6x3 col vecchio logo del partito e la scritta "Ancora in campo per l’Italia". Manifesti che saranno prossimamente nelle strade di tutte le città italiane e che campeggiano sulla homepage del sito ForzaSilvio.it

Silvio Berlusconi alla manifestazione di Palazzo Grazioli: le foto

Non c'è in primo piano Silvio Berlusconi, ma lo si può scorgere uglualmente sullo sfondo in quella che è una ripresa dall'alto della manifestazione di via del Plebiscito di due settimane fa: la foto del manifesto è stata scattata durante la mobilitazione davanti a Palazzo Grazioli dopo la pronuncia della Cassazione sul processo Mediaset. Quello che si vede nel manifesto è proprio il palco davanti al quale si sono adunate poche migliaia di persone per dimostrare solidarietà al Cavaliere, che ha tenuto un breve discorso sul palco allestito in strada (lo stesso costato una denuncia agli organizzatori da parte del sindaco di Roma Marino perchè "non autorizzato").

Manifestazione Pdl, Marino denuncia gli organizzatori per palco abusivo e danni. Cicchitto: "Cretino"

"Ancora in campo" è la parola d'ordine scelta per il ritorno di Forza Italia, in memoria della "discesa" del 1994 che portò l'allora outsider Berlusconi al governo, un'operazione di marketing precisa e mirata di cui si spera di emulare il successo elettorale. Nulla che faccia pensare ad una retromarcia del leader Pdl, ma nemmeno riferimenti alla paventata (con più forza dai retroscenisti che dagli esponenti Pdl) candidatura della figlia Marina, prontamente smentita dalla stessa presidente di Mondadori.

Marina Berlusconi in politica? "Non scenderò in campo, il mio posto è in azienda"

Il lancio dei nuovi manifesti in piena estate non lascia immaginare nulla di positivo per la tenuta del governo. Nel bel messo delle polemiche sull'Imu, con la rivendicazione della necessaria abolizione totale sulla prima casa da parte del Pdl, sembra sempre più evidente che la preoccupazione principale del partito di Berlusconi è trovare una soluzione per garantire quella che è stata definita "agibilità politica" per il leader, preparandosi ad un'operazione revival che ha già messo in moto la macchina del marketing elettorale e politico. Il tutto mentre Enrico Letta, dall'Arzebaigian, ricorda il suo discorso programmatico alle Camere e spiega che, anzichè battagliare sull'Imu e minacciare di far cadere il governo, si dovrebbe riflettere sulle conseguenze di elezioni anticipate: "Senza un governo quegli impegni non potranno avere seguito e gli italiani pagheranno l'Imu di settembre e di dicembre" ha ricordato il premier.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017