Excite

Berlusconi, statua di ghiaccio da Greenpeace

Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).
Sequestrati dalla polizia gli striscioni dell'associazione ambientalista Greenpeace utilizzati per la protesta di Giovedì mattina, 3 Dicembre, ai Fori Imperiali a Roma. L'organizzazione aveva anche collocato una statua di ghiaccio con le sembianze del premier Silvio Berlusconi, che avrebbe dovuto sciogliersi dopo circa 4 giorni, in sincronia con l'apertura del vertice di Copenaghen. Lo scopo, a detta dei dimostranti, era quello di un "omaggio" nei confronti del presidente del consiglio per la decisione di partecipare ai lavori del vertice delle Nazioni Unite sul clima di Copenaghen. Decisione utile ma che deve essere accompagnata da accordi ambientali vincolanti ed effettivi e non da solite promesse, destinate a sciogliersi come la statua di ghiaccio (foto: corriere.it).

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016