Excite

Grillo nomina direttorio, 5 vice alla guida del Movimento 5 Stelle: "Sono stanchino". Ecco chi sono

Si cambia musica tra le fila del MoVimento 5 Stelle. Il tandem Grillo-Casaleggio non basta più a guidare tutta la baracca e così, dopo la recente emorragia di voti in Emilia, il Grillone ha ammesso di essere “un po’stanchino”. Lo ha fatto, come di consueto, dal suo blog dove in una dichiarazione alla “Forest Gump” ha fatto sapere che lui e il suo portale online, probabilmente, non bastano più. Via libera all’apertura quindi e al solito televoto: “Se d’accordo con la decisione di formare una struttura di rappresentanza più ampia di quella attuale?”. Per oltre il 90% degli internauti non ci sono stati dubbi. I magnifici 5 che avranno il compito di riportare alle stelle (quelle vere) il MoVimento sono per lo più campani (ben quattro). Una mossa che qualcuno ha visto strategica: rivolgersi al sud per rispondere alla Lega, l’altro partito delle irruenze e del “popolo”. Ma vediamo chi sono i 5…

ALESSANDRO DI BATTISTA: portavoce per il Lazio, una laurea in discipline dello spettacolo in tasca e una professione di scrittore (a sentire quello che scrive Wikipedia). Di Battista si è molto esposto mediaticamente per il MoVimento (memorabile la sua intervista alla Bignardi). È un volto (un volto belloccio) molto amato dai simpatizzanti del movimento. Giovane, brillante, impegnato. Piace alle mamme, alle nonne, alle ragazze e anche al popolo del web. Su Facebook ringrazia così: “Grazie a tutti. Sentiamo sinceramente il senso di responsabilità. Costruiremo tutti insieme il futuro del Paese. E sarà bellissimo”.

ROBERTO FICO: è il Presidente della Commissione di Vigilanza Rai ma ha rinunciato al compenso che questo ruolo gli avrebbe dato. Nel lontano 2005 ha fondato a Napoli uno dei 40 meetup “Amici di Beppe Grillo” sui quali, poi, sarebbe nato il MoVimento. È stato il primo alle Parlamentarie del M5S. Il suo gruppo lo nomina come candidato alla presidenza della Camera ma non viene eletto. È a favore delle unioni gay e dell’eutanasia. Anche lui utilizza lo stesso copione di ringraziamenti su Facebook.
ROBERTO FICO: è il Presidente della Commissione di Vigilanza Rai ma ha rinunciato al compenso che questo ruolo gli avrebbe dato. Nel lontano 2005 ha fondato a Napoli uno dei 40 meetup “Amici di Beppe Grillo” sui quali, poi, sarebbe nato il MoVimento. È stato il primo alle Parlamentarie del M5S. Il suo gruppo lo nomina come candidato alla presidenza della Camera ma non viene eletto. È a favore delle unioni gay e dell’eutanasia. Anche lui utilizza lo stesso copione di ringraziamenti su Facebook.
LUIGI DI MAIO: lui un record lo ha già in tasca. Alla giovane età di 26 anni è riuscito ad essere nominato vicepresidente della Camera. Succedeva nel Marzo del 2013 con 173 voti. E pensare che nel 2010 – quando provava ad essere eletto consigliere comunale del suo Comune - di voti ne aveva presi solo 59. Ne ha fatta di strada Luigi. E il suo ringraziamento su Facebook è lo stesso di Alessandro.
CARLA RUOCCO: l’unica donna nella lista dei vice. Una laurea in Economia e Commercio, una carriera presso grandi multinazionali come controller, revisore contabile e funzionario tributario. Alle politiche del 2013 viene eletta deputata nella circoscrizione XV Lazio 1 per il M5S. È Vice Presidente della Commissione Finanze e membro della Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria.
CARLO SIBILIA: deputato nella circoscrizione Campania. Inizia la sua carriera nel Movimento nel lontano 2007 con il Meetup del Movimento 5 Stelle di Avellino di cui è fondatore. Si candida alle primarie on line del Movimento 5 stelle nel 2013 e arriva al terzo posto in lista con 113 preferenze. È particolarmente impegnato in temi etici ma si rende protagonista di accese controversie (si spende per il matrimonio tra persone e animali purchè consenzienti, modifica un video Youtube dell”Altra Europa di Tsipras” per farlo sembrare uno spot del MoVimento, definisce “una farsa” lo sbarco sulla luna, parla dell’attentatore di Ottawa come “uno che ha ritrovato la ragione”.
CARLO SIBILIA: deputato nella circoscrizione Campania. Inizia la sua carriera nel Movimento nel lontano 2007 con il Meetup del Movimento 5 Stelle di Avellino di cui è fondatore. Si candida alle primarie on line del Movimento 5 stelle nel 2013 e arriva al terzo posto in lista con 113 preferenze. È particolarmente impegnato in temi etici ma si rende protagonista di accese controversie (si spende per il matrimonio tra persone e animali purchè consenzienti, modifica un video Youtube dell”Altra Europa di Tsipras” per farlo sembrare uno spot del MoVimento, definisce “una farsa” lo sbarco sulla luna, parla dell’attentatore di Ottawa come “uno che ha ritrovato la ragione”.
CARLO SIBILIA: deputato nella circoscrizione Campania. Inizia la sua carriera nel Movimento nel lontano 2007 con il Meetup del Movimento 5 Stelle di Avellino di cui è fondatore. Si candida alle primarie on line del Movimento 5 stelle nel 2013 e arriva al terzo posto in lista con 113 preferenze. È particolarmente impegnato in temi etici ma si rende protagonista di accese controversie (si spende per il matrimonio tra persone e animali purchè consenzienti, modifica un video Youtube dell”Altra Europa di Tsipras” per farlo sembrare uno spot del MoVimento, definisce “una farsa” lo sbarco sulla luna, parla dell’attentatore di Ottawa come “uno che ha ritrovato la ragione”.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017