Excite

Le proposte di legge più assurde in Italia

Ogni legislatura ha le sue “perle”, costituite da norme assurde a volte su argomenti dal peso politico piuttosto discutibile e non proprio d’interesse pubblico. Fermo restando il diritto-dovere dei parlamentari alla rappresentanza degli elettori e delle relative istanze anche le più bizzarre o particolari, è difficile prendere sul serio al 100% alcune proposte di legge che invece per diverse settimane hanno animato i dibattiti a Montecitorio e Palazzo Madama.

Istituzione di una “road map” delle cosiddette “strade del gusto” nei luoghi a maggiore concentrazione di turisti esperti di specialità enogastronomiche (continua...)

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Costituzione di un registro pubblico dei luoghi elettivi di nascita, scelti da abitanti di un Comune interessati a “reinventarsi” una cittadinanza diversa da quella attestata dall’anagrafe

[Foto: Youtube]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Esatta definizione, in base a specifici parametri quantitativi e qualitativi, dei termini “pelliccia” e “cuoio” altrimenti abusati da produttori privi di scrupoli

[Foto: Facebook]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Esatta definizione, in base a specifici parametri quantitativi e qualitativi, dei termini “pelliccia” e “cuoio” altrimenti abusati da produttori privi di scrupoli

[Foto: Facebook]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Detrazioni per favorire la crescita del “verde pensile” sulle parti esterne degli edifici privati

[Foto: Youtube]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Disciplina ad hoc della professione di estetista e onicotecnico, evidentemente al centro dei pensieri di molti parlamentari nemici giurati dei peli superflui e delle unghie incarnite

[Foto: Facebook]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Promozione del gelato tradizionale con tanto di elenco degli ingredienti indispensabili per l’etichettatura doc

[Foto: Facebook]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Promozione del gelato tradizionale con tanto di elenco degli ingredienti indispensabili per l’etichettatura doc

[Foto: Facebook]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Rateizzazione dei pagamenti delle vincite ai giochi e concorsi a premi nazionali, a tutela della “prudente gestione” degli incassi da parte dei destinatari

[Foto: Youtube]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Riconoscimento della figura del musicoterapista, mestiere ai più sconosciuto

[Foto: Facebook]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Tutela della ristorazione italiana (anche nella variante regionale) nel mondo, con apposite disposizioni tese a favorire il riconoscimento dei migliori rappresentanti della gastronomia tricolore fuori dai confini nazionali

[Foto: Facebook]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Istituzione dei Principati in varie zone dello Stivale: da Salerno a Filettino, passando per l’Emilia Romagna, riemergono senza grandi manifestazioni popolari a sostegno della causa i particolarismi territoriali

[Foto: Facebook]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Istituzione dei Principati in varie zone dello Stivale: da Salerno a Filettino, passando per l’Emilia Romagna, riemergono senza grandi manifestazioni popolari a sostegno della causa i particolarismi territoriali

[Foto: Facebook]

I manifesti elettorali più buffi della storia italiana

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017