Excite

Nuove province dal 2014, ecco la mappa

Approvato il decreto sul riordino delle province (a statuto ordinario): l'Italia cambia. Ecco la mappa del nostro Paese: guardando la cartina si scopre cosa è cambiato. Nell'immagine il Trentino Alto Adige, in questo caso essendo una regione a statuto speciale non cambia nulla. Il Ministero ha rinviato a data da stabilire la ristrutturazione delle province a statuto speciale. Leggi la notizia
Veneto: si passa da 7 province (Belluno, Padova, Rovigo, Venezia, Verona, Vicenza) a 5 (Verona-Rovigo, Vicenza, Padova-Treviso, Belluno, Venezia)
Friuli Venezia Giulia, a statuto speciale quindi restano le 4 province (Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine)
Friuli Venezia Giulia, a statuto speciale quindi restano le 4 province (Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine)
Lombardia: si passa da 12 (Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi,Mantova, Milano, Monza e della Briana, Pavia, Sondrio, Varese) a 7 ( Milano-Monza-Brianza, Brescia, Mantova-Cremona-Lodi, Varese-Como-Lecco, Sondrio, Bergamo, Pavia)
Valle D'Aosta a statuto speciale quindi resta l'unica provincia (Aosta)
Piemonte si passa da 8 (Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli) a 5 (Torino, Cuneo, Asti-Alessandria, Novara-Verbano-Cusio-Ossola, Biella-Vercelli)
Piemonte si passa da 8 (Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli) a 5 (Torino, Cuneo, Asti-Alessandria, Novara-Verbano-Cusio-Ossola, Biella-Vercelli)
Liguria: si passa da 4 (Genova, Imperia, La Spezia, Savona) a 3 (Imperia-Savona, Genova, La Spezia)
Emilia Romagna: si passa da 9 (Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini) a 5 (Piacenza-Parma; Reggio Emilia-Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna-Forlì-Cesena-Rimini)
Toscana: si passa da 10 (Lucca, Massa Carrara, Livorno, Grosseto, Siena, Arezzo, Firenze, Pistoia, Prato) a 4 (Firenze-Pistoia-Prato, Arezzo, Siena-Grosseto, Massa Carrara-Lucca-Pisa-Livorno)
Umbria: si passa da 2 (Perugia, Terni) a 1 (Perugia-Terni)
Marche: si passa da 5 (Ancona, Pesaro, Urbino, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno) a 3 (Ancona, Pesaro-Urbino, Macerata-Fermo-Ascoli Piceno)
Abruzzo: si passa da 4 (L'Aquila, Teramo, Pescara, Chieti) a 2 (L'Aquila-Teramo, Pescara-Chieti)
Lazio: si passa da 5 (Roma, Viterbo, Rieti, Latina, Frosinone ) a 3 (Roma, Viterbo-Rieti, Latina-Frosinone)
Molise: si passa da 2 (Campobasso, Isernia) a 1 (Campobasso-Isernia)
Campania: si passa da 5 (Napoli, Caserta, Benevento, Avellino, Salerno) a 4 (Napoli, Caserta, Benevento-Avellino, Salerno)
Puglia: si passa da 6 (Bari, Foggia, Andria, Barletta, Trani, Taranto-Brindisi, Lecce) a 4 (Bari, Foggia-Andria-Barletta-Trani, Taranto-Brindisi, Lecce)
Basilicata: si passa da 2 (Potenza, Matera) a 1 (Potenza-Matera)
Calabria: si passa da 5 (Cosenza, Crotone, Catanzaro, Vibo Valentia, Reggio Calabria) a 3 (Cosenza, Crotone-Catanzaro-Vibo Valentia, Reggio Calabria)
Sardegna: a statuto speciale quindi per il momento rimangono Cagliari, Carbonia-Iglesias, Nuoro, Olbia-Tempio, Oristano, Medio Campidano, Sassari, Ogliastra anche se il Governo ha deciso che dovrà dimezzare le province
Sicilia: a statuto speciale quindi rimangono Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani
Sicilia: a statuto speciale quindi rimangono Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017