Excite

I leader della nuova sinistra europea del Patto del tortellino: ecco chi sono

Il ristorante Bertoldo, sede di storici pranzi della sinistra italiana, si è ritrovato improvvisamente sede di un accordo tra i principali leader socialisti europei. Un pranzo, battute sul calcio, brindisi. Un pasto informale, da camicia bianca senza cravatta (una sorta di divisa per tutti i potenti seduti al tavolo) e un patto da stipulare, quello del tortellino. Riformare, cambiare verso l’Europa, discutere di debiti e deficit ai tempi della crisi, di investimenti. Insieme a Matteo Renzi, oltre al team italiano formato da Mogherini, Pinotti, Gozi, Orfini e Serracchiani, c’erano i nuovi leader della sinistra europea. Tutti intorno a un tavolo. Ecco chi sono:
MANUEL VALLS: Figlio di un pittore e di una insegnante era già tesserato al partito socialista alla tenera età di 17 anni. Il 16 Maggio del 2012 è diventato ministro dell’Interno. Il suo governo, pur essendo Valls aderente al PS, si sposta leggermente verso i consensi dei liberali e dei moderati. Ha studiato alla Sorbonne, nel curriculum ha due mogli e quattro figli.
PEDRO SANCHEZ:: è il bello del partito socialista spagnolo, il nuovo segretario generale del Psoe. Con Matteo Renzi condivide l’obiettivo di rottamare la nuova classe dirigente e un buon consenso nella popolazione del suo Stato. Ha 42 anni ma è già un esperto economista: laureato in economia a Madrid, master a Bruxelles, cattedra in “Struttura Economica e Storia del Pensiero Economico” all'Università Camilo José Cela. Salito alle cronache per aver chiesto ai suoi di votare contro il conservatore tedesco Junker (odiatissimo dagli spagnoli di sinistra) alla presidenza della Commissione Europea. Su Junker ha detto: “Non bisogna puntare su di lui se in Europa vogliamo una politica più solidale e attenta agli ultimi”.

Pedro Sanchez il bello. Ecco le sue foto

PEDRO SANCHEZ:: è il bello del partito socialista spagnolo, il nuovo segretario generale del Psoe. Con Matteo Renzi condivide l’obiettivo di rottamare la nuova classe dirigente e un buon consenso nella popolazione del suo Stato. Ha 42 anni ma è già un esperto economista: laureato in economia a Madrid, master a Bruxelles, cattedra in “Struttura Economica e Storia del Pensiero Economico” all'Università Camilo José Cela. Salito alle cronache per aver chiesto ai suoi di votare contro il conservatore tedesco Junker (odiatissimo dagli spagnoli di sinistra) alla presidenza della Commissione Europea. Su Junker ha detto: “Non bisogna puntare su di lui se in Europa vogliamo una politica più solidale e attenta agli ultimi”.

Pedro Sanchez il bello. Ecco le sue foto

DIEDERICK SAMSON:: politico olandese, leader del partito laburista nella Camera dei rappresentanti. In passato è stato amministratore delegato di una società di energia verde e un attivista per Greenpeace Olanda e, infatti, anche nella sua carriera politica si è occupato a lungo di questioni ambientali. Durante la campagna elettorale ha girato il paese con una tuta rossa (lo chiamavano “The red engineer”). Ateo, non fumatore, vegetariano, sportivo e salutista, vive in una casa galleggiante con la moglie e due figli.
ACHIM POST:: a ottobre 2012 diventa segretario Generale del Partito del socialismo europeo (PSE). Laureato in sociologia è stato Relatore, direttore ufficio e segretario del gruppo SPD al Parlamento europeo. Vive a Berlino con la moglie e due figli. Fa parte dei membri del Bundestag tedesco.
ACHIM POST:: a ottobre 2012 diventa segretario Generale del Partito del socialismo europeo (PSE). Laureato in sociologia è stato Relatore, direttore ufficio e segretario del gruppo SPD al Parlamento europeo. Vive a Berlino con la moglie e due figli. Fa parte dei membri del Bundestag tedesco.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017