Excite

Occupazione del Pdl da parte del Collettivo Autonomo

Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)
Una cinquantina di donne hanno occupato la sede torinese di corso Vittorio Emanuele II del partito del Popolo delle Libertà; precarie, studentesse, universitarie e lavoratrici, tutte unite nella protesta di sabato 13 febbraio. 'Contro il governo della crisi autodeterminazione. Tutte in piazza il 13 febbraio', lo striscione srotolato una volta all'interno del partito.
(© LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017