Excite

Roma: giovani in piazza contro il precariato

Tanti gli striscioni con una banconota da 500 euro, lo stipendio mensile di molti giovani laureati. Come costruirsi un futuro a queste condizioni?
(© LaPresse)
"Qui c'è la parte migliore del Paese", sono state le parole del Presidente del Partito Democratico Rosy Bindi...
(© LaPresse)
In piazza anche i ricercatori "senza volto" dell'Ispra...
(© LaPresse)
In piazza anche i ricercatori "senza volto" dell'Ispra...
(© LaPresse)
Quello che dovrebbe essere un diritto è diventato un "bucio de culo"...
(© LaPresse)
Ogni striscione del corteo è un grido di indignazione e protesta contro lo sfruttamento dei giovani lavoratori...
(© LaPresse)
"Il tema del precariato e' il tema del futuro del nostro Paese. Non si puo' immaginare che ci sia un futuro se ci sono intere generazioni che pensano che questo Paese non li vuole e non gli dà nessuna prospettiva", ha commentato il segretario della Cgil Susanna Camusso, in corteo con i precari...
(© LaPresse)
"Il tema del precariato e' il tema del futuro del nostro Paese. Non si puo' immaginare che ci sia un futuro se ci sono intere generazioni che pensano che questo Paese non li vuole e non gli dà nessuna prospettiva", ha commentato il segretario della Cgil Susanna Camusso, in corteo con i precari...
(© LaPresse)
Dai ricercatori ai neolaureati in cerca di un’occupazione stabile, dagli studenti preoccupati per il futuro ai giornalisti “invisibili”, l’esercito dei lavoratori precari è sceso in piazza per rivendicare il futuro di una generazione senza prospettive di tutele e stabilità. A Roma, da piazza della Repubblica al Colosseo, precari e studenti hanno gridato tutto il loro malessere dietro a striscioni con lo slogan ‘il nostro tempo è adesso, la vita non aspetta’. Al corteo, sostenuto dai partiti di sinistra e dalla Cgil, hanno partecipato anche il governatore della Puglia Nichi Vendola, il presidente del Pd Rosy Bindi e il segretario della Cgil Susanna Camusso
(© LaPresse)
Dai ricercatori ai neolaureati in cerca di un’occupazione stabile, dagli studenti preoccupati per il futuro ai giornalisti “invisibili”, l’esercito dei lavoratori precari è sceso in piazza per rivendicare il futuro di una generazione senza prospettive di tutele e stabilità. A Roma, da piazza della Repubblica al Colosseo, precari e studenti hanno gridato tutto il loro malessere dietro a striscioni con lo slogan ‘il nostro tempo è adesso, la vita non aspetta’. Al corteo, sostenuto dai partiti di sinistra e dalla Cgil, hanno partecipato anche il governatore della Puglia Nichi Vendola, il presidente del Pd Rosy Bindi e il segretario della Cgil Susanna Camusso
(© LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016