Excite

Selfie in cabina elettorale: vota Movimento 5 Stelle a Lisbona e posta la foto su Facebook

La mania del selfie anche in cabina elettorale ormai è una costante degli ultimi anni: era già sucesso alle scorse politiche e le attuali elezioni europee non sono da meno. Ancor prima che si aprano le urne in Italia (domenica 25 maggio 2014 dalle 7 alle 23), c'è chi dall'estero si scatta una foto con la scheda elettorale dopo aver votato e poi la posta su Facebook. Lo ha fatto un elettore grillino che si è recato alle urne a Lisbona: ecco il suo selfie con tanto di voto al Movimento 5 Stelle e le tre preferenze ben leggibili. Pubblicata sul suo profilo Facebook, la foto è scomparsa poco dopo, forse anche a causa dei tanti commenti che hanno ricordato come questa pratica renda il voto invalido. Ma ormai il selfie aveva già fatto il giro della rete. Forse non tutti sanno che per la legge italiana "è vietato introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini" (Decreto-legge n. 49 del 2008): chi non rispetta la norma compie un reato penale punito con l’arresto da tre a sei mesi e con l'ammenda da 300 a 1000 euro. Più che un selfie, praticamente un'autodenuncia. Foto: Facebook (Non Leggerlo)

Elezioni europee 2014, come si vota domenica 25 maggio: circoscrizioni, liste e preferenze

La mania del selfie anche in cabina elettorale ormai è una costante degli ultimi anni: era già sucesso alle scorse politiche e le attuali elezioni europee non sono da meno. Ancor prima che si aprano le urne in Italia (domenica 25 maggio 2014 dalle 7 alle 23), c'è chi dall'estero si scatta una foto con la scheda elettorale dopo aver votato e poi la posta su Facebook. Lo ha fatto un elettore grillino che si è recato alle urne a Lisbona: ecco il suo selfie con tanto di voto al Movimento 5 Stelle e le tre preferenze ben leggibili. Pubblicata sul suo profilo Facebook, la foto è scomparsa poco dopo, forse anche a causa dei tanti commenti che hanno ricordato come questa pratica renda il voto invalido. Ma ormai il selfie aveva già fatto il giro della rete. Forse non tutti sanno che per la legge italiana "è vietato introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini" (Decreto-legge n. 49 del 2008): chi non rispetta la norma compie un reato penale punito con l’arresto da tre a sei mesi e con l'ammenda da 300 a 1000 euro. Più che un selfie, praticamente un'autodenuncia. Foto: Facebook (Non Leggerlo)

Elezioni europee 2014, come si vota domenica 25 maggio: circoscrizioni, liste e preferenze

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017